menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

'Ndrangheta, due arresti: in manette demolitore di Desio e un chirurgo plastico

I due sarebbero appartenenti alla "locale" di 'ndrangheta di Desio. L'indagine è stata coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia

E' accusato di associazione mafiosa un demolitore italiano di 40 anni di Desio finito in manette insieme a un chirurgo plastico 42enne di Milano all'alba di martedì mattina.

I due sono stati arrestati dalla Polizia di Stato di Milano che ha dato esecuzione a un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del Tribunale del capoluogo lombardo. Secondo quanto portato alla luce dagli inquirenti in un'indagine coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia tra il 2013 e il 2014, apparterebbero alla “locale” di ‘ndrangheta di Desio e avrebbero riscosso crediti per conto di alcuni sodali detenuti.

Il chirurgo plastico inoltre, si è avvalso della propria professione di medico per svolgere attività di informazione ed assistenza ad esponenti della ‘ndrangheta. Il titolare della ditta di autodemolizion invece è indagato anche per ricettazione, detenzione illegale di armi comuni da sparo e da guerra e relativo munizionamento, reati aggravati dalla finalità di agevolare l’associazione mafiosa.

Leggi qui tutti i dettagli sugli arrestati. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

L'Iss elenca uno a uno tutti gli errori della Lombardia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento