Baby gang di 12enni in azione a Desio: ragazzino umiliato e infilato in un cestino

I ragazzi sono stati identificati dai carabinieri

Foto repertorio

Sei ragazzini tra i 12 e i 13 anni, tra i quali c’era anche una ragazza. Era una vera e propria baby gang quella entrata in azione domenica nel primo pomeriggio in via Garibaldi, nel cuore del centro storico di Desio.

Gli adolescenti hanno circondato un loro coetaneo. Lo hanno spinto a terra e poi con le ginocchia gli hanno impedito di rialzarsi. Lo hanno insultato e – con le minacce e le botte – lo hanno costretto a infilare la testa in un cestino. Non contenti, lo hanno sollevato e lo hanno appoggiato sul cestino, come se fosse un rifiuto. Tutto filmato con un telefonino, come fosse un gioco, e poi postato su un social network.

A porre fine a questi quindici minuti di violenza fisica e psicologica, condita con musica a tutto volume, ci hanno pensato i carabinieri di Desio. Ora i militari stanno indagando per accertare le responsabilità e hanno chiamati i genitori dei ragazzini in caserma.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • Ospedale di Vimercate "al collasso", NurSind: "Di notte solo 2 infermieri per 53 malati"

  • Dramma ad Agrate Brianza, trovato senza vita in un campo un uomo di 34 anni

  • Salute Donna e il San Gerardo piangono la morte di Licia, l'infermiera dal cuore buono

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • Passa con il rosso e si scontra con un'auto poi la Seat finisce contro muro e prende fuoco

Torna su
MonzaToday è in caricamento