rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca Desio

Libera: "Le realtà economiche del territorio? Silenziose sulle mafie"

Parla Valerio D'Ippolito, referente dell'associazione di Don Ciotti e Nando Dalla Chiesa in Brianza. "Il futuro è a rischio"

"Se le impressioni venissero confermate, si tratterebbe di un fatto gravissimo, un pesante atto intimidatorio nei confronti di un'amministrazione che ha dimostrato una grande capacità di agire contro gli interessi della criminalità organizzata". A parlare è Valerio D'Ippolito, referente di Libera per la Brianza. "Il sindaco Corti ha tutta la solidarietà dell'associazione".

E' possibile dare una spiegazione?

"Probabilmente, va cercata nelle prime scelte dell'amministrazione che dopo pochi mesi ha ridotto le volumetrie del vecchhio Piano di Governo del Territorio".

Quanto è urgente il problema della criminalità organizzata in Brianza?

"Urgentissimo, direi. Senza un patto sinergico tra le istituzioni e le forze vive del territorio, il futuro della Brianza rischia di essere compromesso".

Dalla sua posizione di referente dell'associazione antimfia Libera gode di un'osservatorio privilegiato. Siete riusciti a instaurare un dialogo con il territorio?

"A parte la Camera di Commercio, le altre associazioni sono state silenziose in merito al problema delle mafie. Dovrebbe essere nel loro interesse tutelare i propri iscritti e la collettività dalle infiltrazioni".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Libera: "Le realtà economiche del territorio? Silenziose sulle mafie"

MonzaToday è in caricamento