menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il sindaco di Desio perde la guerra contro il gioco d’azzardo. Nessuna limitazione di orario per le slot machine

Una sentenza del Tar Lombardia ha stabilito che nel Comune di Desio non ci sarà nessuna limitazione oraria all'attività delle slot machine.

DESIO - La guerra alle slot machines capitanata dal sindaco Corti lo vede sconfitto. Una sentenza del Tar Lombardia ha stabilito infatti che nel comune di Desio non ci sarà nessuna limitazione oraria all’attività delle slot machine . Secondo la sentenza non è possibile per i sindaci limitare il funzionamento degli apparecchi sulla base dei poteri attribuiti agli amministratori locali dal Testo Unico degli Enti Locali in materia di orari di chiusura e apertura dei pubblici esercizi. 

IL RICORSO - Un gruppo di piccoli imprenditori ha presentato ricorso al tribunale regionale contro un’ordinanza del sindaco Roberto Corti che aveva disposto che gli apparecchi da gioco potessero essere messi in funzione solo nella fascia oraria compresa tra le 13 e le 22.30, al fine di disincentivare l’evasione scolastica dei minori e permettere il corretto deflusso del traffico ostacolato dal parcheggio disordinato degli autoveicoli degli utenti. 

LA VITTORIA DEGLI ESERCENTI - Il  tribunale regionale ha accolto il ricorso: secondo il Tar infatti «il potere esercitato dal sindaco con il provvedimento impugnato» non rientra tra quelli previsti dal decreto 267 del 2000: norma che «attribuisce ai sindaci la possibilità di stabilire orari di apertura e chiusura dei pubblici esercizi per armonizzare l’espletamento dei servizi con le esigenze complessive e generali degli utenti e non per la tutela della incolumità, salute, della quiete pubblica essendo altri gli strumenti giuridici preordinati al raggiungimento di tali finalità»

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Lombardia verso la zona rossa da lunedì 18 gennaio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento