Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca Desio

Desio sempre più multietnica: nel 2012 stranieri aumentati del 12%

Nella cittadina brianzola la popolazione non autoctona è più che raddoppiata dal 2005. Ma trovare lavoro è sempre più difficile

A Desio un cittadino su dieci è straniero. Per la precisione la popolazione non autoctona rappresenta il 9,3 % per cento del totale. Ma al di là della cifra tonda a destare impressione è la velocità con cui il cambiamento demografico è avvenuto.

Se nel 2005 il numero degli stranieri si attestava a 1704 unità, solo sette anni dopo è la cifra è salita a 3947 con una percentuale di crescita di circa dieci punti percentuali all’anno. E che solo nel 2012 ha fatto segnare +12%.  Una tendenza, dunque, che non accenna a diminuire. Desio è ormai, a tutti gli effetti, una città multietnica, con tutto ciò che comporta, in termini positivi e negativi. Senza immigrati infatti il turnover demografico segnerebbe un preoccupante segno meno, e tuttavia tra la popolazione non autoctona le difficoltà sono sempre crescenti, la disoccupazione è in aumento e lo spettro della povertà sempre più cupo.

Lo afferma Giulio Bonaita, responsabile del Gruppo solidarietà stranieri, al quotidiano Il Giorno: “Tanti stranieri non hanno più nemmeno i 100/200 euro per rinnovare il permesso di soggiorno. Trovare lavoro è sempre più difficile e anche le badanti ormai lo perdono, perchè tante famiglie italiane non possono più permettersi questa spesa”.

Tra le nazionalità più rappresentate la Romania ha scavalcato da qualche anno il Pakistan,. Mentre il terzo posto spetta all’Ucraina (269), seguita da Albania (262), Ecuador (249), Marocco (239), Tunisia (148), Perù e Cina (127) e infine Moldavia (107). Infine un altro dato rilevante riguarda la presenza di giovani stranieri: più di un quarto del totale della popolazione immigrata.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Desio sempre più multietnica: nel 2012 stranieri aumentati del 12%

MonzaToday è in caricamento