menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Repertorio

Repertorio

Suora ruba dipinti della via Crucis, 14 quadri recuperati dai carabinieri di Monza

I dipinti, appartenuti all’ente ecclesiastico "Suore di carità di San Vincenzo De Paoli” di Bolzano, erano finiti a Mantova

Da Bolzano a Mantova. Con una storia tutta da raccontare. A scoprire come quattordici dipinti appartenuti all’ente ecclesiastico "Suore di carità di San Vincenzo De Paoli” di Bolzano erano finiti a Mantova, all’interno di un circolo filatelico numismatico ed hobbistico sono stati i Carabinieri del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale di Monza.

I militari monzesi, grazie a periodici controlli sul web, hanno recuperato quattordici dipinti olio su tela (cm.37x26), costituenti le stazioni della Via Crucis. Lo scorso anno era comparso un annuncio pubblicitario su cui era riportata l’immagine del complesso di dipinti di arte sacra che hanno richiamato l’attenzione dei militari dello speciale reparto dell’Arma che hanno iniziato ad indagare sul legittimo possesso dei dipinti da parte di un circolo filatelico numismatico ed hobbistico della provincia di Mantova.

Le prime indagini consentivano di appurare che i dipinti analizzati erano appartenuti all’ente ecclesiastico "Suore di carità di San Vincenzo De Paoli” di Bolzano. I successivi accertamenti permettevano di ricostruire il percorso compiuto dalla Via Crucis, che il 6 agosto 2003 era stata illecitamente sottratta da una religiosa in favore di un commerciante d’arte della provincia di Bolzano. Nello stesso anno, il bene era stato acquistato dal circolo per implementare la raccolta d’arte dell’associazione, durante la fiera mercato di Mantova.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

L'Iss elenca uno a uno tutti gli errori della Lombardia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento