Ritrovata e sequestrata un'opera d'arte rubata 26 anni fa

"Il ritratto di Cristo", dipinto attribuito a Daniele Crespi e risalente al XVII secolo era stato trafugato da un'abitazione nel varesotto nel 1989. I carabinieri lo hanno rintracciato e sequestrato

Il dipinto trafugato e ritrovato

Era il 1989 quando da un'abitazione di Castiglione Olona, nel varesotto, sono spariti decine di oggetti d'arte di interesse storico e artistico, insieme al dipinto olio su tela "Il ritratto di Cristo" attribuito all'artista Daniele Crepi e risalente al XVII secolo.

Il furto è stato denunciato dal proprietario il 17 gennaio di quell'anno, il giorno seguente alla scoperta dell'accaduto. I beni portati via ad opera di ignoti all'epoca erano stati stimati in un valore di centinaia di milioni di lire. 

Solo dopo ventuno anni, nel 2010, gli inquirenti sono riusciti a mettersi sulle tracce del dipinto trafugato grazie al monitoraggio effettuato dalla Sezione Elaborazione Dati del Comando Tutela Patrimonio Culturale di Roma. Durante l'attività di controllo e rassegna attraverso i canali del commercio dei beni culturali i carabinieri hanno scoperto che il dipinto "Il ritratto di Cristo" era approdato nel Regno Unito e poi venduto nel 2004 da una nota casa d’aste londinese.

E' iniziata così un'attenta attività di indagine che ha portato i Carabinieri del Nucleo Tutela del Patrimonio a mettersi sulle tracce dell'opera dal valore di centovemila euro.

Dagli accertamenti svolti, gli inquirenti hanno scoperto che la tela era stata aggiudicata ad un italiano durante l'asta ma "Il ritratto di Cristo" era sempre stato custodito nel Regno Unito dal proprietario, ad eccezione che per un periodo di circa sei mesi nel 2006, in cui era sbarcato in Italia perchè venisse esposto ad una mostra milanese.

Grazie alla ricostruzione dei movimenti dell'opera e all’ausilio specialistico fornito anche dal Ra.C.I.S. (Raggruppamento Carabinieri Investigazioni Scientifiche) di Roma il Comando per Tutela del Patrimonio Culturale ha contattato il possessore e ha sequestrato il dipinto.

Il proprietario, all'oscuro dell'illecita provenienza dell'opera, ha collaborato per consentirne il rientro sul territorio nazionale. 

Il dipinto si trova ora sotto sequestro. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La dea bendata bacia la Brianza: con un Gratta e Vinci porta a casa 20 mila euro

  • Ospedale di Vimercate "al collasso", NurSind: "Di notte solo 2 infermieri per 53 malati"

  • Dramma ad Agrate Brianza, trovato senza vita in un campo un uomo di 34 anni

  • Salute Donna e il San Gerardo piangono la morte di Licia, l'infermiera dal cuore buono

  • Marito e moglie, sposati da oltre 60 anni, muoiono di covid lo stesso giorno a Monza

  • Passa con il rosso e si scontra con un'auto poi la Seat finisce contro muro e prende fuoco

Torna su
MonzaToday è in caricamento