Gran Premio di Monza: ecco i divieti e le multe

L'ordinanza

Da giovedì 31 agosto a domenica 3 settembre i riflettori del mondo saranno puntati sul capoluogo brianzolo per un intero weekend in occasione del Gran Premio di Formula Uno. In vista dell'evento, nell'area dell'Autodromo, del Parco e in centro sono stati introdotti alcuni divieti con un'ordinanza emanata dal sindaco. 

Secondo quanto specificato nel testo sono vietati la vendita, la somministrazione, l'uso e il consumo di ogni bevanda, alcolica e non, contenuta in recipienti di vetro o materiale metallico o plastica, fatta eccezione per bottiglie di plastica senza tappo.

LEGGI QUI IL TESTO DELL'ORDINANZA

"Il divieto è necessario per salvaguardare l'incolumità delle persone e dei luoghi durante la manifestazione che richiama migliaia di persone. Sono previste delle sanzioni pecuniarie da 250 a 500 euro" rendono noto da piazza Trento e Trieste.

In occasione del weekend del Gran Premio è vietata anche l'introduzione di qualsiasi materiale che possa danneggiare il patrimonio arboreo, l'occupazione, la vendita, la somministrazione su tutte le strade di esodo del Parco e dell'Autodromo, ad eccezione degli autorizzati al di fuori delle biglietterie. E' vietata l'attività di compra- vendita di biglietti del GP (bagarinaggio) su tutto il territorio comunale con sanzioni pecuniarie da 25 a 500 euro.

Altri divieti sono stati introdotti nei quattro giorni di durata della manifestazione MonzaGp anche in centro Monza e allo stadio Brianteo per ragioni di sicurezza e per garantire l'incolumità delle persone. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elettra Lamborghini vuole ristrutturare casa e cerca su Instagram l'impresa più veloce

  • "Vogliamo chiedere scusa a chi involontariamente ha investito il nostro gatto"

  • Festa in casa tra ragazzini mentre la nonna dorme ma arrivano i carabinieri: 17 multe

  • Dalla Brianza in dono un cucciolo per superare la morte improvvisa del piccolo Cairo

  • "Io apro", a Monza c'è chi è pronto ad accogliere al tavolo i clienti il 15 gennaio (nonostante i divieti) e chi no

  • Dal sogno reale alle bollette non pagate: favola senza lieto fine per la Reggia di Monza

Torna su
MonzaToday è in caricamento