rotate-mobile
Cronaca

Dal carcere ai domiciliari, torna a casa la 19enne condannata per tentato omicidio

La ragazza, che ha 19 anni, è stata condannata a cinque anni e mezzo per tentato omicidio dopo l'agguato al parchetto a San Rocco all'ex fidanzato

E' tornata a casa (per scontare da qui il resto della pena) Marina S., la 19enne di Sesto San Giovanni condannata a cinque anni e mezzo per tentato omicidio. Il suo legale ha ottenuto i domiciliari dal Tribunale del Riesame dimostrando che non v'è pericolo che la ragazza, incensurata prima dell'episodio, commetta un fatto simile. I fatti risalgono allo scorso 15 settembre 2019 quando la 19enne ha attirato l'ex fidanzato in un giardinetto di Monza, a San Rocco.

Ragazzo accoltellato ai giardinetti a Monza

Qui l'attuale fidanzato della giovane (il 20enne italo-egiziano Omran M., condannato a sei anni) sferrò sette coltellate alla vittima. Durante il processo l'accusa ha sostenuto che l'aggressione era stata premeditata dalla coppia, che si sarebbe scambiata anche messaggi per organizzarla. Ma il giudice ha ritenuto che non vi fosse premeditazione. E Marina, dopo l'arresto del fidanzato, aveva sporto denuncia contro di lui, sostenendo che l'avrebbe costretta ad assistere alle coltellate. Al processo è stato condannato anche un loro amico, che li aveva accompagnati al parchetto in auto.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dal carcere ai domiciliari, torna a casa la 19enne condannata per tentato omicidio

MonzaToday è in caricamento