Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca Limbiate / Via Bonaparte Napoleone

Donazioni di sangue in calo, 1.573 in meno rispetto al 2012

L'avis di Monza e Brianza ha registrato per la prima volta un trend negativo nelle donazioni, complice anche la crisi

Donazioni di sangue in calo all’Avis di Monza e Brianza.

A parlar chiaro sono i numeri: nel 2013 si sono registrate 1573 donazioni in meno rispetto al 2012 dove il totale arrivava a 46.264.

A capire il perché di questo trend negativo che si è verificato per la prima volta dal 2009, anno in cui si è formata l’Avis Monza e Brianza, aiutano le considerazioni del presidente Roberto Saini.

Sempre meno tempo da dedicare agli altri e sempre più impegni ma complice in questa diminuzione di volontari per la donazione del sangue è anche la crisi: come spiega Saini infatti i donatori hanno sempre più difficoltà a chiedere permessi ai propri datori mentre i giovani, con le nuove forme di contratto dalle tutele quasi inesistenti, non godono neppure di questi.

A rendere critica la situazione è anche la forte moda dei piercing e dei tatuaggi che rende impossibile a molti donare il sangue.

Il 29 marzo si terrà a Varedo l’assemblea provinciale dei soci e in questa sede verrà anche discussa la riorganizzazione dei centri di raccolta messa a punto dalla Regione che vedrà la scomparsa di numerosi di questi.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Donazioni di sangue in calo, 1.573 in meno rispetto al 2012

MonzaToday è in caricamento