rotate-mobile
Cronaca Regina Pacis / Via Cesare Aguilhon

Donna sale su una gru per protesta: polizia e vigili del fuoco in un cantiere

Attimi di tensione domenica mattina in via Aguilhon. La signora è stata soccorsa e trasferita in ospedale in osservazione

E' salita su una gru in un cantiere per protestare e denunciare l'ingiustizia di cui riteneva di essere stata vittima. Attimi di tensione domenica mattina intorno alle 10 a Monza in via Aguilhon dove una donna di origine albanese di circa 50 anni, già cittadina italiana, residente a Monza, si è arrampicata su un mezzo di cantiere in un'area alle spalle dell'Esselunga di via Buonarroti. 

Donna sale su una gru per protesta

La signora ha inscenato una protesta, chiedendo di parlare con la trasmissione televisiva "Le Iene" e di denunciare un presunto torto giudiziario subito per la condanna da parte di un giudice di pace al pagamento di una cifra non congrua a suo dire nell'ambito di una causa civile. 

Il video, soccorsi in azione

Sul posto si sono precipitati i poliziotti del commissariato di Monza insieme ai carabinieri e ai vigili del fuoco del distaccamento cittadino che sono riusciti a raggiungere la donna, sospesa a diversi metri di altezza, a imbragarla e a portarla in salvo. In quelle circostanze, con i tralicci e i cavi presenti, anche una caduta da tre metri di altezza sarebbe potuta essere fatale per la donna.

La signora, una volta portata in salvo, è stata soccorsa dal personale sanitario e accompagnata in ospedale al San Gerardo di Monza dove è stata trattenuta in osservazione e raggiunta dal marito, avvisato dell'accaduto dalle forze dell'ordine. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Donna sale su una gru per protesta: polizia e vigili del fuoco in un cantiere

MonzaToday è in caricamento