Cronaca

Mamma muore a 45 anni in sala operatoria durante intervento: "Era un uragano di vita"

L'operazione - una isteroscopia - era programmata per giovedì. L'ospedale di Vimercate: "Profondamente addolorati per quanto successo. Improvviso e inspiegabile arresto cardiaco durante procedura endoscopica"

Immagine di repertorio

Un intervento considerato di routine, una isteroscopia programmata e che sarebbe dovuta terminare in una ventina di minuti. Un day hospital e poi la donna, 45 anni compiuti meno di un mese fa, sarebbe potuta tornare a casa, dai suoi due figli. E invece il suo cuore ha smesso di battere in ospedale, a Vimercate, dove giovedì era entrata per sottoporsi a una procedura ginecologica endoscopica.

Un'isteroscopia come se ne eseguono a centinaia ogni giorno, mese e anno. Non solo a Vimercate. Eppure qualcosa giovedì mattina, in sala operatoria, si è complicato. E il suo cuore ha smesso di battere. 

Arresto cardiaco durante isteroscopia

"Siamo profondamente addolorati per quanto è successo. Esprimiamo il nostro più sentito cordoglio ai familiari: tutta la comunità ospedaliera è particolarmente vicina alla famiglia per il dramma che sta vivendo" hanno fatto sapere dalla Asst della Brianza. "E' stato purtroppo un evento imprevedibile e nessun indicatore clinico pregresso avrebbe potuto prevedere quanto accaduto". 

"Sottoposta a procedura endoscopica ginecologica durante intervento la paziente è andata in arresto cardiaco e contestualmente sono state attivate tutte le manovre rianimatorie possibili, praticate senza sosta per oltre un'ora" spiegano. Ma nonostante tutto il cuore di Yamy ha smesso di battere. E nel reparto dove la donna sarebbe dovuta tornare di lì a poco per trascorrere il resto della giornata in osservazione prima di tornare a casa e alla sua vita è rimasto un letto vuoto. Ma è ancora più grande, incolmabile, il vuoto che la sua improvvisa e tragica scomparsa ha lasciato nelle vite di chi la conosceva e le voleva bene. "Sorridente, dolcissima" la ricorda chi ha incrociato il suo cammino con quello della donna e ha potuto apprezzare la forza di una mamma che amava i suoi figli sopra ogni cosa. "Non mi dimenticherò mai della tua forza, del tuo coraggio, del tuo amore per i tuoi figli, della tua lotta continua di mamma speciale" si legge in un messaggio di commiato.

"Un uragano di vita"

Quei figli che "Le rendevano la vita speciale" racconta chi sul viso della donna ha visto quel sorriso dolce e insieme determinato più volte. "In apparenza fortissima ma comunque fragile" la descrive un'amica: "Con una voglia di vita, era un uragano". Ora, in seguito a un esposto presentato alla Procura della Repubblica di Monza relativa al decesso, l'autorità giudiziaria potrebbe disporre l'autopsia. Sarà l'esame autoptico forse a dare risposte e a chiarire le circostanze della morte della 45enne, residente in Brianza.

"Riteniamo che disporre l'autopsia sia un atto dovuto perchè per quanto ne sappiamo si tratta di una donna di giovane età, sana ed entrata in ospedale in regime di day hospital e la nostra richiesta è stata fatta nel rispetto del lavoro altrui senza avanzare alcuna indicazione o ipotesi di causa" ha precisato l'avvocato Marco Gatti che insieme al collega Gianpiero Verrengia ha presentato l'esposto/denuncia in qualità di legali della famiglia. 

"Siamo a disposizione delle autorità che stanno indagando sul caso. Anche noi siamo interessati a capire che cosa è successo e che cosa ha causato l'evento che attualmente è inspiegabile. Stiamo collaborando con le autorità mettendo a disposizione tutta la documentazione che riterranno necessaria" fanno sapere dall'ospedale. 

Un paio di mesi fa un dramma analogo si era consumato a Milano, all'ospedale San Giuseppe. A perdere la vita era stata una donna di 41 anni, Giorgia Martone, imprenditrice nel campo delle fragranze: un arresto cardiaco l'aveva sorpresa sotto i ferri durante un'operazione che sarebbe invece dovuta terminare dopo poco più di una decina di minuti. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mamma muore a 45 anni in sala operatoria durante intervento: "Era un uragano di vita"

MonzaToday è in caricamento