Cronaca

Presa a pugni e a schiaffi davanti alla figlia di due anni chiede aiuto: arrestato marito

La telefonata al 112 e l'arrivo dei carabinieri che hanno trovato la vittima e la bimba fuori dall'abitazione a Besana Brianza

Schiaffi al volto e pugni durante una lite tra le mura domestiche, sotto gli occhi della figlia di due anni. Poi il coraggio di chiedere aiuto e di fermare quell'esplosione di violenza che - purtroppo - era stata costretta a subire altre volte. E allora ha preso in braccio la piccola ed è uscita di casa, componendo sul telefono il 112. Poche parole pronunciate in un italiano stentato che sono bastate ai carabinieri per capire che non c'era un minuto da perdere.

La lite e le botte davanti alla bimba di 2 anni

Quando i militari sono arrivati fuori dall'abitazione di Besana Brianza lunedì sera hanno trovato la donna seduta oltre la porta insieme alla figlia e a una vicina che l'aveva soccorsa. In viso le ferite e i segni della violenza. La vittima - 29 anni, cittadina senegalese - è stata ccompagnata in codice giallo in ospedale a Monza e qui grazie alla delicatezza dei carabinieri che sono riusciti a capire che l'episodio purtroppo non sembrava essere un fatto isolato, ha raccontato l'inferno che era costretta a subire da due anni. Un incubo fatto di minacce, percosse, offese e violenze anche di natura psicologica. Vessazioni e maltrattamenti che spesso avvenivano anche davanti alla bambina.

L'arresto

E così - mentre la donna ha riportato un trauma cranico contusivo faccia e naso a causa delle botte - per il marito, 26 anni, anche lui senegalese, operaio, sono scattate le manette. Il 29enne dovrà rispondere di maltrattamenti aggravati e si trova ora in carcere a Monza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presa a pugni e a schiaffi davanti alla figlia di due anni chiede aiuto: arrestato marito

MonzaToday è in caricamento