menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I rilievi dei carabinieri a Brugherio (Foto B&V Photographers)

I rilievi dei carabinieri a Brugherio (Foto B&V Photographers)

Accoltella moglie in strada e inventa rapina, in casa droga: arrestato per tentato omicidio

L'aggressione finita nel sangue venerdì sera in viale Brianza dove l'uomo - 43 anni - ha colpito con un fendente la compagna 40enne che è stata soccorsa ed è finita in ospedale in codice rosso. Ora è accusato di tentato omicidio

Una donna a terra, in un lago di sangue, in strada e il racconto di una rapina insolita - inesistente - con un uomo che con un coltello in mano avrebbe colpito e ferito la vittima per rapinarla mentre scendeva dall'auto e poi sarebbe scappato via. A impugnare l'arma e affondarla nel fianco destro della moglie però - come poi confesserà - sarebbe stato proprio il marito forse al culmine forse di una lite finita nel sangue. 

Quando i carabinieri della stazione di Brugherio e le pattuglie del Nucleo Operativo Radiomobile della compagnia di Monza venerdì sera intorno alle 21.30 sono intervenuti in viale Brianza - una zona residenziale alle spalle della piscina comunale, a ridosso di un asilo e delle scuole elementari - hanno capito subito che nel racconto dell'uomo, l'unico testimone, c'erano molti, troppi, punti oscuri. 

E così mentre un'ambulanza del 118 trasportava a sirene spiegate la donna, italiana, 40 anni, mamma di due bambini, all'ospedale Niguarda di Milano in codice rosso i militari analizzavano le tracce ematiche da partivano proprio dall'auto della coppia con la scia di sangue che poi arrivava al centro della carreggiata dove la donna si sarebbe accasciata al suolo e sarebbe stata soccorsa.

La finta rapina e la droga in casa: arrestato 43enne 

Un racconto così assurdo che deve essere sembrato inverosimile anche all'uomo che, qualche ora dopo, poi ha confessato tutto, ammettendo di essere stato proprio lui a ferire la compagna. L'aggressione sarebbe avvenuta in strada, a ridosso dell'auto della coppia mentre i due rincasavano nell'appartamento di viale Brianza. Nell'abitazione - dove al momento non erano presenti i due bambini - i carabinieri hanno rinvenuto anche della droga, un panetto di hashish per circa centotrenta grammi di peso e dosi di cocaina, insieme a un bilancino di precisione. 

E così per l'uomo - che risulta avere un precedente per guida in stato di ebbrezza - è scattato l'arresto con l'accusa di tentato omicidio e detenzione di droga ai fini di spaccio. Ora si trova in carcere a Monza a disposizione dell'autorità giudiziaria (a seguire il caso il pm Vincenzo Fiorillo) che nei prossimi giorni chiederà la convalida dell'arresto. Le condizioni della donna invece restano gravi e la 40enne è ancora ricoverata in ospedale al Niguarda: verrà ascoltata dai carabinieri appena possibile. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Nuovo Dpcm Draghi fino a Pasqua: cosa cambia a Monza e in Lombardia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    "Tesoro ritorna!" Una dichiarazione d'amore appesa sul palo della luce

  • Scuola

    Come sarà la maturità 2021? Tutte le risposte

  • social

    Festa del Gatto, dove adottare un felino a Monza

Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento