rotate-mobile
Domenica, 26 Giugno 2022
Controlli in Brianza / Seregno

La donna che prende a calci l'auto dei carabinieri: "Con le pistole diventiamo cattivi"

Fermata a bordo di una vettura senza assicurazione con il compagno ha minacciato i militari e danneggiato la gazzella. Per lei è scattata una denuncia

Minacce di morte ai carabinieri e alle loro famiglie, tentativi di intimorirli paventando un blitz in caserma in cui avrebbe dato fuoco alle auto e poi frasi minatorie: "Diventiamo cattivi con pistole e mitragliette e poi uno perde la testa”. Così una donna di 34 anni, fermata insieme al compagno a bordo di un'auto senza assicurazione, ha reagito a un controllo dei carabinieri. E per la signora, seregnese ma calabrese d'origine, è scattata una denuncia.

"Con le mitragliette diventiamo cattivi"

Tutto è iniziato nel pomeriggio dell'altro giorno quando i carabinieri di Seregno durante un controllo stradale hanno fermato la vettura su cui viaggiava la coppia in via Milano. L'auto è risultata sprovvista di copertura assicurativa e i militari hanno spiegato ai due che sarebbe stata sequestrata. E a quel punto sono scattate le minacce.

La donna che sedeva accanto al conducente ha iniziato a rivolgere ai militari minacce di morte, cercando di intimorirli per non procedere con la compilazione degli atti. "Diventiamo cattivi con pistole e mitragliette e poi uno perde la testa” avrebbe detto la signora. E ancora avrebbe minacciato i carabinieri di presentarsi in caserma con l’intento di dare fuoco alle gazzelle e ai militari presenti.

Ma la donna non si è fermata alle parole e, mentre il personale dell'Arma era impegnato nella stesura dei verbali, si è scagliata contro la gazzella dei carabinieri prendendola a calci e pugni e danneggiandone il cofano motore, il paraurti e la portiera. Per lei è scattata una denuncia per violenza e minacce a pubblico ufficiale, danneggiamento con violenza sulle cose, mentre all’uomo è stata contestata la violazione al codice della strada per aver condotto il veicolo senzacopertura assicurativa. L'auto infine è stata sequestrata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La donna che prende a calci l'auto dei carabinieri: "Con le pistole diventiamo cattivi"

MonzaToday è in caricamento