menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sequestrata in casa, narcotizzata e violentata: donna salvata dopo abusi sessuali

In manette a Brugherio un uomo di 46 anni. Terribili abusi consumati dopo fatto assumere farmaci alla donna con rapporti sessuali filmati

Priva di sensi, immobile, distesa sul letto con delle cavigliere ai piedi che le impedivano ogni minimo spostamento. E in quella casa trasformatasi in una prigione di abusi nei cassetti erano nascosti corde, manette e collari erotici. Tra lo zucchero e le merendine nella dispensa in cucina farmaci narcotizzanti e medicinali utilizzati per sedare la donna e abusarne sessualmente. Con una telecamera accesa a riprendere tutto.

Questa la scena che si è presentata ai carabinieri l'altro giorno quando i militari della compagnia di Monza sono entrati nell'appartamento di un uomo di 46 anni, a Brugherio, salvando la donna.

Dal malore in strada alla scoperta degli abusi

Tutto è iniziato sabato pomeriggio quando la vittima, 51 anni, ha accusato un malore in strada. Fin da subito è apparso chiaro che la donna avesse assunto una eccessiva quantità di farmaci narcotizzanti e un'ambulanza l'ha raggiunta in piazza Veladini, ipotizzando potesse trattarsi di un gesto autolesionistico. Insieme al personale del 118 sono intervenuti anche i militari della stazione di Brugherio. E dietro questa richiesta di aiuto in realtà si nascondeva una terribile storia di violenza e abusi sessuali. La donna - visitata presso il pronto soccorso dell'ospedale San Gerardo di Monza - ha raccontato ai militari di essere stata in diverse occasioni narcotizzata e violentata da un uomo conosciuto da poco più di un mese con rapporti sessuali che sono stati filmati.

Narcotizzata, legata e violentata

A farle assumere una ingente quantità di farmaci narcotizzanti per poi violentarla e riprendere i rapporti sessuali consumati sarebbe stato un uomo di 46 anni, residente proprio nella cittadina brianzola. Per il 46enne le manette sono scattate nei giorni scorsi quando i carabinieri della compagnia di Monza hanno bussato alla sua abitazione dopo la segnalazione di un cittadino che aveva riferito di rumori sospetti provenienti dall'appartamento. Dopo essersi ripresa, la donna era infatti tornata in quella casa proprio per chiedere all'uomo di impedire la diffusione di un filmato che la ritraeva dal contenuto esplicitamente sessuale. E una volta dentro è rimasta nuovamente vittima del 46enne che l'ha sedata e violentata.

VIDEO | L'ingresso dei carabinieri nella casa 

A salvare la donna sono stati i carabinieri e per la 51enne è stato la fine di un incubo. Accompagnata alla clinica Mangiagalli di Milano per le visite del caso, è stata poi dimessa ed è in buone condizioni di salute. Per l'uomo invece sono scattate le manette e ora si trova in carcere a Monza: dovrà rispondere delle accuse di violenza sessuale, sequestro di persona e revenge porn. Nell'abitazione è stato sequestrato materiale informatico su cui sono in corso approfondimenti investigativi insieme a corde, manette e collari a uso erotico. 

manette corde-2

I maltrattamenti e le violenze alla ex moglie

Al 51enne è stata anche notificata una ordinanza di custodia cautelare in carcere per maltrattamenti e violenza sessuale in seguito alla denuncia presentata dalla ex moglie anche lei vittima di violenze psicologiche, fisiche e di revenge porn con diffusione di materiale sessuale che la ritraeva. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il supermercato alle porte della Brianza dove 'si fa la spesa gratis'

social

Besana Brianza, in coda per il vaccino c'è Maurizio Vandelli

Coronavirus

Per la Lombardia sarà l'ultima settimana in zona arancione?

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Come funziona la truffa del pacco (e come difendersi)

  • Economia

    Validità e regole per il bonus vacanze 2021

Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento