rotate-mobile
Mercoledì, 28 Settembre 2022
Cronaca

12 chili di cocaina e hashish nascosti nelle camerette dei figli: 11 arresti

L'operazione

Spacciavano cocaina e hashish a Milano, ma anche in altre province lombarde, e usavano ogni accorgimento per evitare di essere 'beccati', nascondendo persino la droga nelle camerette dei figli. La guardia di finanza però li ha scoperti. 11 in totale gli arresti e 12 i chili di stupefacente sequestrati.

Al termine delle indagini - coordinate dalla procura milanese e partite nel luglio 2020, dopo l'arresto di un 'piccolo pusher' a Paderno Dugnano - i militari del capoluogo lombardo hanno individuato due gruppi criminali, uno italiano e l'altro nordafricano, attivi nell'approvigionamento e nella vendita di droga tra Milano, Monza Brianza, Varese e Como.

I soldi e la droga nascosti nelle intercapedini del bagno e nelle camerette dei figli

A partire dallo spacciatore padernese, gli investigatori sono risaliti all'organizzazione attraverso intercettazioni telefoniche e ambientali, appostamenti e pedinamenti, fino a individuare i 'capi', due fratelli di origine marocchina, presenti tra Milano e Bergamo, che negli anni erano riusciti a creare una fitta rete di contatti e legami, tanto da divenire punto di riferimento per le piazze di spaccio dell’hinterland meneghino e bergamasco.

I trafficanti usavano ogni accortezza per continuare a lavorare indisturbati: avevano un comportamento guardingo, parlavano in codice, si incontravano in luoghi sempre diversi e appartati, cambiavano spesso auto, alloggio e numeri di telefono, che non erano mai intestati a loro, e nascondevano droga e soldi in punti 'insospettabili', come doppi fondi in macchina, intercapedini dei sanitari o, perfino, nelle camerette dei figli.

Quanto i militari hanno provato a fermarli per arrestarli, loro hanno forzato un posto di controllo, arrivando anche a ferire i militari. La fuga, in ogni caso, è finita molto presto: 11 in totale le persone finite in manette per spaccio (di cui due risultate clandestine, senza fissa dimora e fonte di guadagno lecita) e 7 quelle denunciate per detenzione di sostanze stupefacenti. Sequestrati, oltre a 12 chili di droga ('coca' e hashish), 50 mila euro in contanti, una pistola Beretta calibro 22 senza numero di matricola con 28 cartucce e 3 auto (poi definitivamente confiscate).

L'indagine ha portato anche a individuare un altro gruppo criminale, composto da italiani attivi nello spaccio nell'hinterland di Milano e in Brianza, i quali, pur vendendo un quantitativo di droga inferiore, avevano comunque creato un'ampia rete per la vendita della cocaina.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

12 chili di cocaina e hashish nascosti nelle camerette dei figli: 11 arresti

MonzaToday è in caricamento