Si presenta a casa di una 18enne, la fa drogare e la violenta per ore: arrestato dipendente Asl

In manette un 44enne di Cinisello Balsamo. Le violenze a Gravedona, nel Comasco

Sarebbe andato da lei quando aveva capito che era sola. Poi, dopo averla fatta bere e drogare, avrebbe approfittato di lei più e più volte, fino a quando a quella stessa casa aveva bussato il fidanzato della vittima. E ora, dopo tre mesi di lavoro di investigatori e inquirenti, per lui si sono aperte le porte del carcere. 

Un uomo di 44 anni - un italiano residente a Cinisello Balsamo, dipendente dell'Asl - è stato arrestato nelle scorse ore dai carabinieri di Menaggio in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere per i reati di violenza sessuale aggravata e cessione di cocaina. 

L'orrore si era consumato il 2 novembre scorso in un palazzo di Gravedona, in cui vivono la vittima - una ragazzina appena 18enne - e l'uomo, che ha una seconda casa proprio sul lago di Como. In mattinata, il 44enne si era presentato dalla giovane e l'aveva convinta a bere e a usare cocaina. Poi, stando alle ricostruzioni messe nero su bianco dal pm Antonio Nalesso, l'avrebbe violentata più volte mentre lei praticamente non aveva difese. 

A mettere fine all'incubo della ragazza erano stati il fidanzato e alcuni amici che, preoccupati per il suo lungo silenzio, erano andati a cercarla a casa, dove avevano trovato l'arrestato e la 18enne, che era ancora in bagno in stato confusionale. Da quel momento erano partite le indagini e mercoledì l'uomo è stato arrestato e portato in carcere a Monza. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elettra Lamborghini vuole ristrutturare casa e cerca su Instagram l'impresa più veloce

  • "Vogliamo chiedere scusa a chi involontariamente ha investito il nostro gatto"

  • Festa in casa tra ragazzini mentre la nonna dorme ma arrivano i carabinieri: 17 multe

  • Dalla Brianza in dono un cucciolo per superare la morte improvvisa del piccolo Cairo

  • "Io apro", a Monza c'è chi è pronto ad accogliere al tavolo i clienti il 15 gennaio (nonostante i divieti) e chi no

  • Accoltella moglie in strada e inventa rapina, in casa droga: arrestato per tentato omicidio

Torna su
MonzaToday è in caricamento