menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un drone

Un drone

Un drone per la polizia provinciale per scoprire discariche abusive e fronteggiare emergenze

Il nuovo strumento tecnologico al servizio del comando è stato presentato dal presidente Santambrogio nella giornata dedicata a San Sebastiano, patrono delle polizie locali

Un nuovo agente, con un “occhio” elettronico, in grado di pattugliare il territorio “in volo” a diversi metri di altezza. E’ il nuovo drone della polizia provinciale di Monza e Brianza in dotazione al comando che è stato presentato martedì dal presidente della provincia Luca Santambrogio durante la cerimonia per la ricorrenza di San Sebastiano che si è conclusa con la consegna di tre encomi a tre agenti che si sono distinti per il proprio operato. 

L’incontro è stata anche occasione per presentare il bilancio dell’attività annuale del corpo a cui sono giunte 400 richieste d’intervento con 1236 accertamenti eseguiti negli ambiti di competenza ambientale, ittico venatorio e giudiziario nel corso del 2019. 

Dal 2020 è previsto un rafforzamento dell’organico con l’acquisto del primo drone a servizio della Polizia provinciale che potrà essere utilizzato per coaudiuvare l’attività degli agenti, in particolare nella raccolta delle informazioni in tema di discariche abusive, monitoraggio delle attività di escavazione, stato dei ponti e degli alvei di fiumi e torrenti, alle diverse situazioni emergenziali.  

La Provincia nel complesso ha investito 3.000 euro per l’acquisto del drone e per la formazione obbligatoria prevista da Enac (Ente Nazionale per l’aviazione Civile): al momento un agente acquisirà il patentino per iniziare la sperimentazione delle azioni e verificare i maggiori campi di utilizzo dello strumento. Si tratta di una apparecchiatura di ultima generazione “Parrot Anafi” che offre una soluzione per girare video e scattare foto  di alta qualità con una autonomia di volo di 25 minuti e una portata massima di trasmissione pari a 4 km a una velocità di trasmissione orizzontale di 55 km/h. 

“Consideriamo il drone come un uomo in più che darà un grosso supporto nella fase di indagine e raccolta di informazioni a nostri agenti che, pur sotto organico, sono protagonisti di operazioni molto importanti, soprattutto in tema di rifiuti. Uno strumento come il drone permette di rafforzare la presenza sul territorio garantendo o un servizio di controllo ancora più puntuale.– spiega il Presidente della Provincia mb Luca Santambrogio – Questo Ente ha deciso di mantenere il corpo attivo nonostante le direttive della Legge Del Rio ed è una scelta che ho pienamente condiviso perché riconosco il valore prezioso del lavoro portato avanti da questi agenti”.

La Provincia ha inaugurato la tradizione di consegnare, in occasione di San Sebastiano, il patrono delle polizie locali, una targa di encomio agli agenti che si sono maggiormente distinti durante l’anno. Durante la conferenza di presentazione del nuovo drone sono state consegnate dal Presidente Luca Santambrogio, dal Consigliere delegato Andrea Villa e dal Comandante Flavio Zanardo  tre targhe di encomio: 

  • all’Assistente del Corpo di Polizia Provinciale Debora Dante per lo svolgimento di operazioni inerenti il controllo delle attività illecite di smaltimento rifiuti con particolare riguardo ai capannoni di stoccaggio abusivi siti in Briosco e Cornate che hanno portato al sequestro dei siti;

  • al Sovrintendente del Corpo di Polizia Provinciale Vincenzo Rizzo per lo svolgimento dell’attività di controllo delle strutture ricettive non alberghiere e agenzie automobilistiche/nautiche che hanno portato all’erogazione di sanzioni amministrative e penali;

  • al Sovrintendente del Corpo di Polizia Provinciale Emilio Giorgio Piana per lo svolgimento dell’attività notturna di controllo dei ponti sulla strada Milano Meda a salvaguardia della sicurezza stradale.

“Oggi con molto piacere darò un riconoscimento a tre di loro che hanno saputo distinguersi nel corso dello scorso anno, ma il ringraziamento va a tutti. E credo che avere scelto di investire oltre 100 mila euro per nuova attrezzatura sia il modo per dimostrare che la tutela dell’ambiente e la sicurezza dei cittadini sono tra le nostre priorità. Oltre ai droni sono stati acquistati tre nuovi automezzi” ha concluso il presidente.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Sicurezza

Come eliminare la puzza di fumo dalla tua casa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento