Eclissi, gli oculisti: "Non guardare il sole, si rischia la vista"

In vista del venti marzo, gli oculisti invitano alla prudenza: "L'intensità della luce è forte che potrebbe bruciare la macula e rendere ciechi"

Un evento di certo affascinante e romantico. Ma anche un appuntamento, potenzialmente, pericoloso. Matteo Piovella, presidente della società oftalmologica italiana, invita tutti a fare attenzione all'eclissi di sole che venerdì sarà visibile in tutta Europa e che in Lombardia avrà il suo momento clou verso le 10.30.  

Il buio, infatti, potrebbe spingere i meno prudenti a osservare il sole in maniera diretta. Con conseguenze che potrebbero essere gravissime. "L'intensità della luce solare è così forte - spiega Piovella - che osservarla in modo diretto può colpire la macula, bruciandola e quindi rendendo cieco l'individuo".

"Durante l'eclissi solare - spiega il presidente della Soi - la luce del sole si offuscherà parzialmente nel corso del giorno dando vita, tempo permettendo, a uno dei fenomeni più incantevoli che esistano. E sarà anche un'eclissi tra le più importanti degli ultimi anni. L'ultima di tale entità risale all'11 Agosto 1999".

Ma "l'osservazione diretta della luce solare, anche solo per un istante - avverte Piovella - è in grado di bruciare la macula, cioè la parte centrale della retina deputata alla visione con conseguente perdita irreversibile della vista. Non si vuole creare allarme, ma nel 1999 vi sono stati numerosi casi di cecità da osservazione della eclissi solare". 

Quindi, ecco i consigli degli esperti oculisti: "In nessuna fase dell'eclisse è possibile osservare il sole senza adeguate protezioni neanche quando l'illuminazione prodotta dal sole diviene paragonabile a quella del tramonto", spiega Pasquale Troiano Presidente Comitato tecnico Scientifico di Soi. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'osservazione indiretta è il metodo più sicuro anche se meno spettacolare di osservazione. Consigliato, altrimenti, l'utilizzo di occhiali da saldatore. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ecco i 10 comuni brianzoli con più contagi

  • Atti osceni con una ragazza nuda in un giardinetto a Monza, multa da 10mila euro

  • Con il prof. Riva lezioni in lingua: in classe si parla solo in latino

  • Dove fare il vaccino anti-influenzale a Monza e in Lombardia: tutte le informazioni

  • Coprifuoco, centri commerciali chiusi nel weekend e didattica a distanza: le nuove misure anticovid in Lombardia

  • Coronavirus, focolaio all'ospedale di Carate Brianza: 14 operatori positivi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento