rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca

L'effigie presa di mira dai vandali: il caso finisce in consiglio comunale

Il consigliere Marco Nasi (FdI) chiede agli uffici competenti di ripulire il basamento

L'effigie di San Giacomo presa di mira dai vandali. Adesso gli esponenti di Gioventù nazionale, attraverso il consigliere Marco Nasi (Fratelli d'Italia), chiedono al Comune di Monza di intervenire e di ripulire quel basamento sul quale poggia l'effigie del 1700.

Una vicenda già raccontata nelle scorse settimane da MonzaToday. La denuncia di un lettore che aveva segnalato alla nostra redazione il problema. E alla fine del 2021 aveva inoltrato una segnalazione anche agli uffici comunali competenti.  L'effigie, che è alta circa 3 metri, risale agli inizi del 1700. Raffigura San Giacomo, protettore dei cappellai. Una figura molto cara alla città di Monza che nel passato ha ospitato numerosi cappellifici. L'effigie era stata posta sulla porta di ingresso di via Bergamo. Poi nel 1908 la porta è stata abbattuta e l'effigie è stata trasferita nella chiesa di San Donato, in via Buonarroti.  Dopo quasi un secolo è stata restaurata e pochi anni fa posizionata all'ingresso di via Bergamo sorretta da un piedistallo. "Mi auguro che venga presto ripulita - commenta il monzese che ha segnalato il problema agli uffici comunali -. Ma soprattutto che venga valorizzata. Andrebbe posizionata una targa o un codice QR sulla base che descriva la storia di quell'opera che, posizionata in quel modo, sembra anonima".

Poi circa un mese fa l'opera è stata presa di mira dai vandali. Inutili i tentativi dei militanti di Gioventù nazionale di ripulire il basamento; da qui la richiesto di una pulizia agli uffici competenti. "Credo fortemente nella sensibilizzazione culturale come atto deterrente per questi stupidi gesti figli dell’ignoranza - scrive Nasi sul suo profilo Facebook -. Proprio per questo motivo la mia mozione, passata all’unanimità in consiglio comunale, chiede all’amministrazione di organizzare incontri gratuiti aperti alla cittadinanza per far conoscere e raccontare la storia delle tante bellezze presenti in città".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'effigie presa di mira dai vandali: il caso finisce in consiglio comunale

MonzaToday è in caricamento