menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dai banchi alle bancarelle: educazione alimentare al mercato per gli alunni di Seregno

"È fondamentale educare i bambini ad acquisire buone abitudini alimentari fin da piccoli" ha spiegato l'Assessore alle politiche educative del Comune di Seregno Ilaria Anna Cerqua

Con l'anno scolastico, si è chiuso il percorso di educazione alimentare 2015/2016 per i bimbi delle scuole primarie di Seregno, grazie all’iniziativa dell’Amministrazione comunale in collaborazione con Elior Ristorazione.

I bambini nell'ambito del progetto hanno effettuato una visita al mercato ortofrutticolo della città il 4 e il 18 maggio. Curiosando tra i banchi di via Silva, i piccoli studenti di IV e V della Scuola Primaria “G. Rodari” di Seregno hanno così avuto la possibilità di osservare da vicino quanto scoperto in classe. La visita ha concluso infatti il percorso intrapreso a scuola nei mesi precedenti con “L'Arcobaleno dei sapori”, con l'obiettivo di conoscere meglio la frutta e la verdura, i loro colori e le loro proprietà.

Guidati da Claudia Saroni, responsabile dell'educazione alimentare del Gruppo Elior con la collaborazione di Cristina Conselvan, i bambini hanno curiosato tra le bancarelle, tra gli sguardi divertiti delle persone che visitavano il mercato in zona Lazzaretto. Gli alunni hanno avuto modo di fermarsi ai banchi, vedendo quali sono i prodotti di stagione, ponendo domande e parlando anche con i venditori. La visita al mercato rientra nel progetto multidisciplinare per le scuole di Elior che si occupa della ristorazione di tutte le scuole pubbliche di Seregno, preparando in media circa 2.600 pasti al giorno.

“È fondamentale educare i bambini ad acquisire buone abitudini alimentari fin da piccoli – dichiara l’Assessore alle politiche educative del Comune di Seregno Ilaria Anna Cerqua - “Grazie ad un’educazione alimentare che si sviluppa attraverso progettualità che prevedono momenti con esperienze dirette, favorisce il coinvolgimento dei bambini e una maggiore consapevolezza finalizzata all’acquisizione di un approccio sereno ed equilibrato al cibo”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Sicurezza

Come eliminare la puzza di fumo dalla tua casa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento