150 volontari della Protezione Civile al lavoro dopo l'emergenza maltempo

Hanno lavorato per tutta la giornata di giovedì per far rientrare le situazioni più critiche: l'emergenza più grave in Brianza si è registrata a Cornate d'Adda

Cornate mercoledì mattina

Dopo l'emergenza maltempo in Brianza si contano i danni.

In tutta la provincia sono stati 150 i volontari della Protezione Civile impegnati nelle operazioni di soccorso dopo i temporali che hanno riversato grandi quantità di acqua e fango martedì e mercoledì.

La situazione più critica è stata quella di Cornate d'Adda dove hanno lavorato tre squadre di volontari: un edificio in particolare era completamente pieno di acqua.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'acqua a Cornate aveva invaso con un fiume di fango le strade. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ecco i 10 comuni brianzoli con più contagi

  • Atti osceni con una ragazza nuda in un giardinetto a Monza, multa da 10mila euro

  • Con il prof. Riva lezioni in lingua: in classe si parla solo in latino

  • Dove fare il vaccino anti-influenzale a Monza e in Lombardia: tutte le informazioni

  • Coprifuoco, centri commerciali chiusi nel weekend e didattica a distanza: le nuove misure anticovid in Lombardia

  • Covid, si rischia un nuovo lockdown? "Non ci sono più strumenti per contenere i contagi"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento