La piccola Emma è di nuovo a casa: dopo cinque anni riabbraccia la madre

L'arrivo venerdì sera a Malpensa da Istanbul

La foto diffusa dall'account ufficiale della Polizia di Stato

Di nuovo insieme. Dopo cinque anni e una battaglia infinita combattuta a suon di appelli, fiaccolate e mobilitazioni, Alice Rossini venerdì pomeriggio ha potuto riabbracciare sua figlia. La piccola Emma è tornata a casa. E questo lieto fine è stato possibile grazie alle forze dell'ordine che sono riuscite ad arrestare e condurre in carcere a Rebibbia Mohamed Kharat che nel dicembre 2011 aveva rapito e strappato dalle braccia della madre a soli due anni la piccola Emma Houda. Ma anche grazie all'intervento della trasmissione Le Iene che fin da subito ha raccolto l'appello della madre della piccola e ha seguito il caso, senza mai arrendersi. 

Oggi Emma ha quasi sette anni e lo stesso sguardo dolce di quando era poco più di una neonata. Venerdì nel tardo pomeriggio è atterrata all'aeroporto di Milano Malpensa dopo aver viaggiato su un volo proveniente da Instanbul accompagnata dal personale SCIP della polizia di Stato  (Servizio per la Cooperazione Internazionale). 

Ad annunciare il rientro in Italia della piccola è stata la Faresina. Questa operazione, ha spiegato il ministro Angelino Alfano, è stata possibile "Grazie all'eccellente collaborazione con la Turchia".

Era il 2011 quando l'ex marito della donna è scappato in Siria portandosi via la piccola per fare un dispetto alla sua ex compagna. Da quel giorno è iniziata la battaglia della donna che ha tentato senza mai arrendersi di riportare a casa la bambina.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lo scorso febbraio Kharat aveva fatto rientro in Italia dopo l'arresto eseguito dall'Interpol in Turchia. L'uomo, già condannato a dieci anni di carcere per rapimento e sequestro di minore, è detenuto a Roma, nel carcere di Rebibbia. Già nel 2012 i giudici gli avevano tolto la potestà.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ecco i 10 comuni brianzoli con più contagi

  • Atti osceni con una ragazza nuda in un giardinetto a Monza, multa da 10mila euro

  • Dove fare il vaccino anti-influenzale a Monza e in Lombardia: tutte le informazioni

  • Coprifuoco, centri commerciali chiusi nel weekend e didattica a distanza: le nuove misure anticovid in Lombardia

  • Bollettino coronavirus 21 ottobre, record di contagi: 4.126 in Lombardia e 671 a Monza e Brianza

  • "Stop a spostamenti e attività dalle 23 alle 5 in Lombardia": la proposta al governo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento