Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca Carate Brianza

Escursionisti brianzoli salvati, bloccati da un torrente in piena

E' successo in Val Zebrù, in provincia di Sondrio, a 2mila metri di altezza: sono rimasti fermi a causa di un torrente che era impossibile guadare per le abbondanti piogge

Attimi di panico quelli vissuti da 20 escursionisti brianzoli giovedì pomeriggio in Val Zebrù, in provincia di Sondrio. 

Il gruppo, composto da persone provenienti dal milanese e da Carate Brianza, intorno alle 14 ha lanciato l'allarme da 2mila metri di altezza perchè era rimasto bloccato in quota non riuscendo a guadare un torrente che si era notevolmente ingrossato a causa delle abbondanti piogge cadute in Alta Valtellina in mattinata.

A portarli in salvo e a rispondere alla richiesta di aiuto sono stati i militari del Sagf della Guardia di Finanza di Bormio.

Alle operazioni hanno partecipato anche squadre del Soccorso Alpino. Gli escursionisti attraverso una fune aerea sono stati aiutati e hanno superato la forte corrente del torrente.

Le operazioni si sono concluse solo nella serata di giovedì intorno alle 20. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Escursionisti brianzoli salvati, bloccati da un torrente in piena

MonzaToday è in caricamento