Esposto degli ambientalisti in Procura contro il concerto di Ligabue

Prosegue per vie legali la battaglia del Comitato per il Parco

Ligabue in un sopralluogo nel prato della Gerascia

Mancano meno di dieci giorni al grande appuntamento che vede Luciano Ligabue protagonista a Monza. Mentre prosegue la vendita dei biglietti per il live del rocker e una delle due date ha già registrato il sold out, non si ferma la battaglia degli ambientalisti che fin da subito, preoccupati per le conseguenze dell'evento sugli equilibri del Parco, adesso hanno depositato in Procura un esposto.

Fin da subito il Comitato per il Parco di Monza era stato contrario all'organizzazione dei grandi eventi nel polmone verde brianzolo e lo scorso giugno, all'indomani dell'I-Days Festival aveva annunciato battaglia anche in vista del concerto di Ligabue. 

"L’area della Gerascia non è adatta per questo tipo di manifestazioni – ha spiegato Bianca Montrasio, presidente del comitato a giugno. Stiamo parlando di un prato storico monumentale il cui uso, fra le altre cose, visto che è inserito nella concessione all’Autodromo, non può essere slegato rispetto a quello dell'impianto sportivo". Ma poichè, come si sa, l’Autodromo sta cercando di far quadrare i conti, lo fa con una serie di iniziative collaterali di richiamo fra i quali appunto rientra anche il concerto di Ligabue. Chiediamo questo punto che l’area della Gerascia venga quanto meno scorporata dalla concessione e che il concerto venga effettuato sul cemento dell’Autodromo".

Dalle richieste si è passati ai fatti e ora gli ambientalisti hanno scelto di agire per vie legali presentando un esposto in Procura contro i concerti nel Parco. Intanto, in previsione delle tre serate che vedranno protagonista Ligabue a Monza (23 settembre con la proiezione del concerto di Campovolo e 24-25 settembre con i live), da parte dell'amministrazione comunale e degli organizzatori è stata garantita l'adozione di provvedimenti per la tutela e salvaguardia del verde. 

"L’enorme Parco di Monza che ospiterà il doppio Liga Rock Park è una tenuta grande quasi tre volte Versailles: un bene ambientale e culturale con una storia secolare che appartiene a tutti noi. È un luogo magico dove vivere l’esperienza unica di un concerto sotto le stelle" si legge sul sito dell'evento. "Amiamo la musica e amiamo l’ambiente: cantiamo, balliamo e urliamo contro il cielo, senza però dimenticarci di tutelare, proteggere e rispettare questa preziosa riserva naturale e la sua biodiversità, perché anche il parco conservi un bel ricordo di noi e della nostra festa. La musica al Parco di Monza ha un cuore green" assicurano gli organizzatori. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • Covid, "Probabile terza ondata in Lombardia": la Regione studia il piano per il vaccino

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • Ucciso a coltellate in strada a San Rocco, morto un uomo di 42 anni a Monza

Torna su
MonzaToday è in caricamento