Minacciano una donna per un presunto debito di droga: coppia in manette

L'arresto a Trezzo sull'Adda: nei guai marito e moglie pregiudicati per reati in materia di sostanze stupefacenti

Con l'arresto del marito per una donna sono iniziati i guai. Mentre il compagno, un 38enne marocchino, era rinchiuso in carcere a Monza alla sua porta si è presentata una coppia di coniugi e ha iniziato a pretendere indietro del denaro per saldare un presunto debito di droga del compagno.

Da marzo la donna, una 30enne di origine marocchina, subiva pesanti pressioni e minacce da parte dei due connazionali di 28 e 39 anni, entrambi pregiudicati per reati in materia di stupefacenti. I due aguzzini non lasciavano tregua alla 30enne e volevano indietro una somma di denaro corrispondente alla cessione di 100 grammi di cocaina di cui sarebbe stato protagonista il marito.

La coppia per recuperare il denaro del debito era disposta a tutto e non ha esitato a minacciare la donna, a rivolgersi ai suoi genitori e a prospettare violenze nei confronti dei figli arrivando anche ad appostarsi fuori dalla loro scuola. L'incubo per la giovane vittima è terminato quando ha deciso di raccontare tutto ai carabinieri della compagnia di Vimercate che mercoledì mattina a Verdello, nella bergamasca, hanno fatto scattare le manette per la coppia con l'accusa di tentata estorsione. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

Torna su
MonzaToday è in caricamento