Evade dai domiciliari per andare a perseguitare (di nuovo) la moglie: fermato

Sul posto è intervenuta una volante della Questura di Monza. L'uomo, 48 anni, stava scontando una condanna per atti persecutori e lesioni

E' evaso dagli arresti domiciliari e si è presentato sul posto di lavoro della moglie, per mettere in atto - forse- l'ennesima persecuzione. E' successo nel pomeriggio di giovedì a Monza, dove è intervenuta una volante della Questura.

L'allarme è scattato intorno alle 14.30 quando l'uomo si è allontanato dall'abitazione dove sta scontando i domiciliari per i reati di lesioni e atti persecutori commessi appunto nei confronti della ex compagna e si è presentato dalla donna che in quel momento era al lavoro.

P.A., 48 anni, è stato fermato dai poliziotti prima di poter mettere in atto l'ennesima aggressione. L'uomo è stato raccompagnato a casa ai domiciliari e l'episodio è stato comunicato all'autorità giudiziaria per l'aggravamento della misura.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, "Probabile terza ondata in Lombardia": la Regione studia il piano per il vaccino

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • Ucciso a coltellate in strada a San Rocco, morto un uomo di 42 anni a Monza

  • I vestiti sporchi di sangue in lavatrice e il coltello rimesso a posto, fermati due minorenni per l'omicidio di Cristian

  • Brugherio, troppi clienti dentro il negozio nel centro commerciale: multa e attività chiusa

Torna su
MonzaToday è in caricamento