Evade e ruba un motorino, scappa dalla polizia e si schianta: arrestato un 39enne di Limbiate

L'uomo era stato condannato agli arresti domiciliari a marzo

Immagine di repertorio

Doveva essere a casa dei suoi genitori a scontare una condanna - arrivata a marzo scorso - agli arresti domiciliari. Invece, insieme a un complice, era in giro per Milano a rubare motorini. E purtroppo per lui sulla sua strada ha trovato i poliziotti che, non senza fatica, lo hanno bloccato.

Un uomo di trentanove anni, S.G. di Limbiate con diversi precedenti, è stato arrestato dalla polizia nella notte tra lunedì e martedì con l'accusa di furto aggravato, evasione e resistenza a pubblico ufficiale. Le strade del 39enne e degli agenti si sono incrociate in via Pellegrino Rossi, dove i poliziotti hanno notato l'uomo mentre viaggiava a bordo di uno scooter Kymco "accompagnato" da una seconda persona su una motocicletta. Alla vista della Volante, i due hanno accelerato e hanno cercato di far perdere le proprie tracce, dando il via a un inseguimento.

All'altezza della rotatoria di via Vincenzo da Seregno, però, il brianzolo ha perso il controllo del motorino e si è schiantato, mentre l'amico è scappato. Nonostante l'incidente, l'uomo si è alzato e ha cercato un'ultima disperata fuga a piedi, ma gli agenti sono riusciti a bloccarlo all'inizio di via Astesani. Una volta immobilizato, i poliziotti hanno scoperto che il 39enne doveva essere ai domiciliari e che il Kymco era stato rubato poco prima.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ammanettato - e ferito per l'incidente -, il fuggitivo ha iniziato a minacciare gli uomini delle Volanti urlando "se mi arrestate dico che mi avete picchiato, tanto l'avvocato ce l'ho e so come si fanno queste cose". Per lui, dopo una visita in ospedale per le medicazioni, si sono aperte le porte del carcere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Con il prof. Riva lezioni in lingua: in classe si parla solo in latino

  • A Monza apre il "nuovo" Bennet, nell'ex Auchan confermati 100 dipendenti

  • Sono positivo e sintomatico/asintomatico: regole per la quarantena in Lombardia

  • Nasce il Marketplace di Seregno, la risposta dei negozianti seregnesi alle vendite online

  • Lissone, dramma in azienda: 53enne muore schiacciato da rullo compressore

  • Lissone, infortunio sul lavoro in azienda: morto un uomo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento