menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine repertorio

Immagine repertorio

Maxi evasione fiscale da 2 milioni di euro: 50enne monzese denunciato

L'uomo era titolare di una cooperativa totalmente sconosciuta all'agenzia delle entrate

Era titolare di una cooperativa con sede nello studio di un commercialista di Bergamo. Peccato che la società fosse totalmente sconosciuta al fisco. Per questo un uomo di 50 anni residente a Monza è stato denunciato dalla guardia di finanza. Il 50enne dovrà rispondere di omessa presentazione della dichiarazione dei redditi e dell'Iva, oltre che di indebita compensazione.

Le indagine della guardia di finanza

Secondo quanto scoperto dai finanzieri, l'uomo avrebbe mancato di dichiarare al fisco ricavi per più di due milioni di euro, compensando i versamenti dovuti  all'agenzia delle entrate per Inps e Inail con falsi crediti d’imposta. Per questo motivo, il gip di Bergamo Vito Di Vita ha decretato la confisca della somma evasa, oltre che degli immobili di proprietà del titolare e della società stessa (che risulta chiusa dal 2016).

L'indagine della finanza è partita nel momento in cui un fornitore della cooperativa ha chiesto il rimborso dell'Iva, portando alla luce il fatto che la cooperativa di cui il monzese era titolare non l'aveva mai pagata. Dopo alcuni accertamenti è venuta a galla la maxi evasione.

Ad essere coinvolto nella frode anche un socio e consigliere della cooperativa, a cui i giudici hanno riconosciuto un vero e proprio concorso nel reato tributario. Anche all'uomo sono stati sequestrati beni mobili e immobili. In totale, grazie ai sequestri messi in atto, la finanza ha potuto recuperare un milione 300 mila euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Sicurezza

Come eliminare la puzza di fumo dalla tua casa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento