menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Evaso e nessuno l'ha cercato: morte presunta dopo 25 anni

L'uomo, di Sovico, è fuggito dal carcere di Perugia nel 1989: i suoi familiari hanno visto accolta l'istanza presentata al tribunale

Risulta evaso da 25 anni: i fratelli hanno presentato domanda di morte presunta e il tribunale di Monza l'ha accolta, a febbraio 2014. Un caso particolare, perché a quanto pare dell'uomo, Giovanni Palmieri di Sovico, non v'è traccia da nessuna parte. Nemmeno, per dire, nell'elenco degli iscritti al registro degli indagati, cosa che invece dovrebbe, visto che il 27 febbraio 1989 è evaso dal carcere di Perugia, dove si trovava per scontare una pena a ventidue anni di carcere.

Anche la direzione del penitenziario, per quanto riporta il Corriere, non ha un documento ufficiale sull'evasione. Esiste solo un ordine di cattura della questura di Milano, del 2000. Ed esiste la sua storia di "criminale comune", fin da quand'era minorenne, costellata di una serie di piccoli reati e anche un'altra evasione, negli anni '80, dal carcere di Fossano (Cuneo). Poi la cattura, nel 1983, dopo una rapina con sparatoria a Ravenna, e la detenzione a Perugia fino all'evasione del 1989.

Da quel momento Palmieri ha fatto perdere le sue tracce e nessuno s'è premurato di cercarlo. Dopo 25 anni i fratelli devono dividere una piccola eredità ma, per farlo, serve la firma di Giovanni. Che ovviamente non è reperibile. E così, visto che è trascorso il periodo di legge, i familiari hanno potuto presentare l'istanza di morte presunta.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Sicurezza

Come eliminare la puzza di fumo dalla tua casa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento