Sabato, 16 Ottobre 2021
Cronaca Regina Pacis / Via Mentana

L'ex carcere di Monza pronto a rinascere, sopralluogo nel penitenziario di via Mentana

La tappa del tour delle aree dismesse cittadine lunedì ha toccato l'ex carcere a due passi dal centro della città di Teodolinda

Un imponente portale che affaccia su una delle arterie più trafficate della città che porta direttamente al cuore del capoluogo brianzolo e, dietro la cancellata con la scritta "Carcere Giudiziario", 3200 metri quadrati ormai abbandonati da ventisei anni che presto potrebbero tornare a nuova vita al servizio della città.

Si è svolto lunedì, nel vecchio carcere di via Mentana 30, a Monza, il sopralluogo dell'assessore allo Sviluppo del Territorio Martina Sassoli nell'area insieme a Carlo Conti, amministratore dell'immobiliare proprietaria degli spazi e all'architetto Luciano Niero, incaricato della proprietà.

Oltre la soglia, sorpassata la guardiola di ingresso, la struttura è un dedalo di corridoi e celle, ormai vuote dal 1992, anno in cui fu dismesso, dove nei cortili interni la vegetazione negli anni ha fatto da padrone. Qui, come sintetizzano dal municipio, "potrebbero sorgere anche nuovi luoghi pubblici al servizio della città, con un'attenzine particolare alla memoria storica".

Quando la proprietà acquistò il lotto la destinazione nel Pgt era residenziale, successivamente, nel 2007 fu cambiata e i progetti per l'area furono dirottati sull'idea di realizzare un Bed&Breakfast. Domani, in un'ottica di riqualificazione, l'ex carcere di Monza potrebbe ospitare servizi nuovi per il quartiere e l'intera città nel rispetto del Pgt che ora prevede funzioni residenziali, per il terziario e commerciali.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'ex carcere di Monza pronto a rinascere, sopralluogo nel penitenziario di via Mentana

MonzaToday è in caricamento