Un viaggio tra i tesori sotterranei della Brianza nascosta, torna la FAI Marathon

Domenica 18 ottobre in 130 città italiane, tra cui Monza e Biassono, è in programma la maratona culturale promossa dal Fondo Ambiente Italiano. Il filo conduttore dell'iniziativa gratuita quest'anno è la scoperta della città "sotterranea"

Villa Mirabello nel Parco di Monza

Una giornata per scoprire i tesori nascosti della città e per vedere quanto, nonostante sia così vicino a noi, ci sfugge.

Ammirare la bellezza che spesso a causa della fretta o delle distrazioni non riusciamo ad apprezzare e osservare l'incanto dei luoghi unici che ci circondano è l'obiettivo della FAI Marathon che anche quest'anno passa dalla Brianza.

Tra le 130 città italiane che domenica 18 ottobre apriranno le porte di luoghi nascosti e simbolo del patrimonio paesaggistico del nostro territorio ci sono anche Monza e Biassono.

Il tema che fa da filo conduttore per la quarta edizione della maratona culturale promossa dal FAI è "Upside down", un viaggio alla scoperta della parte più nascosta e inaccessibile della città, della Monza sotterranea sottratta alla vista e che ha molto da raccontare.

Tra i 500 i luoghi aperti in tutta Italia grazie alla collaborazione e disponibilità di 3.500 volontari FAI ci sono anche le nove aperture straordinarie tra Monza e Biassono, con due percorsi curati dal Gruppo Giovani della Delegazione FAI di Monza e del neonato Gruppo Giovani FAI del Vimercatese che quest'anno si sono occupati dell'organizzazione della manifestazione.

"Lo scopo è quello di far scoprire gioielli sotterrati del nostro territorio. Spesso ciò che si visita sono beni e luoghi che non sono in condizioni di essere fruiti e questo è anche un monito per gli enti e per i soggetti a farsene carico. Serve come promemoria per gli interventi che devono essere svolti" ha commentato il sindaco della città di Monza Roberto Scanagatti, presentando l'iniziativa in municipio giovedì mattina insieme all'assessore al Turismo Carlo Abbà e al Capo della Delegazione FAI Monza e Brianza, Rossella Moioli.

fai marathon-2

A illustrare nel dettaglio i percorsi che i visitatori della FAI Marathon potranno scegliere domenica 18 ottobre ci hanno pensato Valentina Nardini e Noemi Galbiati, referenti Gruppo FAI Giovani per Monza e Vimercatese. 

Nel capoluogo brianzolo l'itinerario alla scoperta della città sotterranea inizierà dal Teatrino della Villa Reale, scendendo nel sottopalco dove sono custodite macchine sceniche originali tra cui i basamenti dei telai delle quinte, le ruote di pietra e le quattro coppie dei binari. Da qui, si passerà per la ghiacciaia della Villa Reale (senza la sosta della visita per la sua inaccessibilità), fino a ritrovarsi nei giardini della Villa Reale a ridosso del laghetto. Una sosta verrà fatta nei pressi della Tana dell'Orso dove si avrà occasione anche di conoscere qualcosa di più sui giardini all'inglese progettati dal Piermarini alla fine del '700, fino ad arrivare con una passeggiata (c'è anche la possibilità di usufruire del trenino del Parco) a Villa Mirabello dove si visiteranno le cantine e la Ghiacciaia. 

A Biassono invece la maratona culturale per la città e le bellezze sotterranee si svilupperà a partire dal tessuto urbano per sconfinare poi nel parco. Dalla ghiacciaia di Villa Verri si passerà alla Cisterna Romana, a Casa Croce Bossi e al cosiddetto "Ripostiglio di Biassono", lo straordinario ritrovamento, visibile nei locali del Museo Carlo Verri, costituito da 2239 monete in bronzo e argento che coprono circa tre secoli di storia di impero romano documentata dalle effigie riportate sui pezzi. Nel Parco poi il percorso continuerà tra Cascina Costa Bassa e Cascina Costa Alta. 

20151008_125834-2

L'iniziativa, organizzata con lo scopo sensibilizzare quante più persone possibili sulla bellezza del nostro paese e sulla necessità di prendersi cura dei beni che ci circondano, sarà anche un'occasione per raccogliere fondi per la campagna "Ricordiamoci di salvare l'Italia".

La partecipazione alla FAI Marathon o alle singole visite guidate è completamente gratuita e aperta a tutti. Domenica 18 ottobre dalle 10 alle 18 (ultima visita alle 17) ogni mezz'ora circa ci saranno gruppi in partenza alla scoperta delle bellezze nascoste guidati dai volontari FAI e dai "cicerone", gli studenti che si presteranno a fare da accompagnatori e guida ai visitatori.

E' possibile prenotarsi per le visite online tramite il sito dedicato o iscriversi anche in loco presso i banchetti FAI. Le partenze a Monza saranno ogni mezz'ora circa dal Teatrino della Villa Reale e da Villa Mirabello mentre a Biassono l'itinerario comincerà presso Villa Verri con partenze ogni trenta minuti e avrà una durata di circa un'ora e mezza. 

Durante la giornata sarà possibile iscriversi al FAI con un tesseramento a un prezzo agevolato. Il FAI a Monza e Brianza conta circa 2500 iscritti e la manifestazione FAI Marathon lo scorso anno aveva visto la partecipazione di quasi 500 persone. L'iniziativa è stata possibile anche grazie alla collaborazione del Consorzio Villa Reale e Parco di Monza, del Gruppo Ricerche Archeostoriche del Lambro, dei comuni di Monza e Biassono e del Museo Civico "Carlo Verri".

Qui tutti i luoghi aperti al pubblico per la FAI Marathon in Brianza domenica 18 ottobre 2015.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • Salute Donna e il San Gerardo piangono la morte di Licia, l'infermiera dal cuore buono

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • Passa con il rosso e si scontra con un'auto poi la Seat finisce contro muro e prende fuoco

Torna su
MonzaToday è in caricamento