Il Tribunale dalla parte del papà separato: "Ha diritto a una famiglia che lo aiuti gratis"

L'uomo, separato e con un "lavoro su turnazione", sta cercando qualcuno che lo aiuti con i bambini. E il Tribunale gli ha dato ragione

Ha bisogno di qualcuno che lo aiuti con i suoi bimbi. Ha bisogno di qualcuno che lo "sostituisca" nelle ore in cui non può essere a casa. Lui, un papà separato di Lissone, non può lasciare il lavoro e per questo ha chiesto al Tribunale un aiuto. 

Lo stesso Tribunale, racconta "Il Cittadino", che ha riconosciuto il diritto dell'uomo ad avere una "famiglia d'appoggio", una famiglia disponibile ad aiutare il papà nella gestione dei bimbi. 

La ricerca di una famiglia che aiuti poche ore al giorno è una caso particolare ma previsto dai giudici,ha spiega l'avvocato Michele Memola al quotidiano. "Il mio assistito è stato nominato dal tribunale dei minori genitore affidatario con l’intervento di educatori per i bambini o l’affiancamento di una famiglia di appoggio". 

"Si tratta - spiega l'avvocato - di una famiglia che si renda disponibile, a titolo gratuito, ad aiutare il padre nella gestione dei figli visto che il suo lavoro è su turnazione, come scritto nel decreto definitivo del tribunale che dà il mandato al Comune di predisporre questo tipo di intervento. Sono passati alcuni mesi ma nessuno si è fatto ancora avanti. Il padre sta facendo di tutto per evitare ulteriori traumi ai bambini, ma ora inizia a trovarsi in difficoltà".

In effetti, la situazione dell'uomo, che non può contare sull'appoggio della sua famiglia, non è delle più semplici, con la crisi che morde e il tempo che sembra sempre poco. "Gli educatori sono già venuti a controllare i bambini, sono andato anche alla Caritas ma non ho avuto risposte - dice amaro a "Il Cittadino" - Non sono mai sereno, i bambini per fortuna stanno vivendo bene la situazione non voglio che soffrano ancora. Sono fortunato perché ho un lavoro".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ora avrebbe solo bisogno di un ulteriore appoggio. Di una "famiglia d'appoggio". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Con il prof. Riva lezioni in lingua: in classe si parla solo in latino

  • A Monza apre il "nuovo" Bennet, nell'ex Auchan confermati 100 dipendenti

  • Sono positivo e sintomatico/asintomatico: regole per la quarantena in Lombardia

  • Lissone, dramma in azienda: 53enne muore schiacciato da rullo compressore

  • Covid, si rischia un nuovo lockdown? "Non ci sono più strumenti per contenere i contagi"

  • Lissone, infortunio sul lavoro in azienda: morto un uomo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento