Farmaci a scuola: "C'è la volontà di tutelare soprattutto i bambini"

Raggiunto un accordo giovedì mattina tra Asl, Ufficio Scolastico Provinciale e dirigenti per la somministrazione dei farmaci nelle scuole. La dott.ssa Zarinelli: "In attesa di un rinnovo del Protocollo i farmaci salvavita saranno somministrati"

"Si proseguirà con la somministrazione dei farmaci salvavita nelle consuete modalità".

Con queste parole la Dott.ssa Patrizia Zarinelli, Direttore Sanitario Asl MB, ha commentato l'incontro avvenuto in mattinata con il Dirigente dell'Ufficio Scolastico Territoriale, il Dott. Claudio Merletti, sulla questione relativa alla somministrazione dei farmaci in ambito scolastico dopo l'allarme lanciato nei giorni scorsi da un papà preoccupato per l'incolumità del proprio bimbo di quattro anni che, a causa di un'allergia alimentare, rischia uno shock anafilattico letale in classe. 

Il papà del piccolo, presentando a MonzaToday la vicenda, aveva illustrato il contenuto della circolare che si era visto consegnare in classe nell'asilo Andersen a San Fruttuoso attraverso cui si informavano i genitori che la somministrazione di farmaci in ambito scolastico da parte personale veniva sospesa "in attesa di ridefinire il protocollo di intesa con l'Asl di riferimento".

"Vorrei che al più presto venga fatta una deroga perchè l'Asl possa dare disposizione alle maestre sulla possibilità di poter continuare a intervenire nel caso di emergenza per salvare la vita a mio figlio" - aveva commentato il papà del bambino che aveva anche aggiunto - "Negare un intervento salvavita in caso di necessità inoltre è a tutti gli effetti un'omissione di soccorso perchè lo strumento c'è". 

Dopo qualche giorno di limbo, in attesa che formalmente venisse definito a livello burocratico se le maestre avrebbero potuto continuare a intervenire per salvare la vita del piccolo in caso di necessità o si sarebbero dovute limitare a comporre il 112 e aspettare i soccorsi che avrebbero anche potuto non arrivare in tempo, giovedì mattina le posizioni sono apparse più chiare.

"Il dott. Merletti si è mostrato stupito dalle circolari scritte da alcuni dirigenti e invierà una nota alle scuole per per chiarire la questione" ha spiegato il Dirigente Sanitario dell'Asl MB, la dott.ssa Patrizia Zarinelli.

"Si proseguirà dunque con la somministrazione dei farmaci salvavita con le consuete modalità e nel frattempo si lavorerà in vista di una revisione del Protocollo scaduto per precisare competenze e compiti tra Asl e scuole" ha aggiunto.

"Durante l'incontro c'è stata una completa intesa tra le parti e non abbiamo trovato alcuna contrapposizione: c'era tutta la volontà di risolvere la questione e tutelare tutti quanti, in primo luogo i bambini" ha ribadito il Dirigente Sanitario.

Dopo l'incontro è stato anche diramato un comunicato congiunto dove si specifica che "i servizi a favore degli alunni e degli studenti che necessitano della somministrazione di farmaci salvavita continuano a essere garantiti nelle consizioni materiali e normative vigenti" mentre si lavora a uno specifico protocollo d'intesa che tenga conto delle "responsabilità sanitarie e scolastiche di riferimento e di anagrafe annuale degli alunni interessati, coinvolgente l'insieme delle istituzioni scolastiche del territorio e le amministrazioni locali". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il tavolo di lavoro si riaggiornerà tra un mese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ecco i 10 comuni brianzoli con più contagi

  • Atti osceni con una ragazza nuda in un giardinetto a Monza, multa da 10mila euro

  • Dove fare il vaccino anti-influenzale a Monza e in Lombardia: tutte le informazioni

  • Coprifuoco, centri commerciali chiusi nel weekend e didattica a distanza: le nuove misure anticovid in Lombardia

  • Bollettino coronavirus 21 ottobre, record di contagi: 4.126 in Lombardia e 671 a Monza e Brianza

  • "Stop a spostamenti e attività dalle 23 alle 5 in Lombardia": la proposta al governo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento