Fatture false per oltre 3,7 milioni di euro: sequestrate otto case a un imprenditore

Sequestrate otto abitazioni tra Milano, Aosta e Pavia

Otto abitazioni sparse tra Milano, Aosta e Pavia sequestrate e un imprenditore denunciato per frode fiscale, intestazione fittizia di beni, indebito utilizzo di carte di credito e appropriazione di somme a danno della società. È il risultato dell'operazione Cash Money messa a segno dai finanzieri della guardia di finanza di Paderno Dugnano che ha portato al sequestro di immobili e disponibilità finanziarie per un totale di 2 milioni e 300 mila euro. Il provvedimento, come riportato in una nota dei militari, è stato firmato dal gip del tribunale di Monza al termine di una indagine coordinata dai magistrati brianzoli.

Tutto è iniziato nel corso di una verifica fiscale nei confronti di una società̀ di capitali; il focus degli investigatori si è concentrato su presunto un sistema di frode che, secondo gli investigatori, sarebbe alla base di un giro fatture false, artificiosamente create dall’imprenditore avvalendosi dei dati di oltre quaranta ignari fornitori, per lo più̀ nullatenenti e sconosciuti al fisco.

Sotto la lente d’ingrandimento delle Fiamme Gialle sono finite oltre 40 carte di credito prepagate, che l’amministratore avrebbe intestato a dei prestanome. Carte su cui avrebbe fatto effettuato dei pagamenti da parte della società ma che in realtà — ed è l'ipotesi della guardia di finanza — avrebbe mantenuto il controllo sulle carte.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dalle indagini, infatti, sarebbe emero che l'imprenditore avrebbe nascosto la fuoriuscita delle somme di denaro dalle casse societarie con l’utilizzo di fatture false per un ammontare complessivo di oltre 3,7 milioni di euro. In questo modo avrebbe ottenuto un duplice vantaggio illecito: si sarebbe creato un "fondo nero" per circa 820mila euro di cui si sarebbe indebitamente appropriato. Non solo: in cinque anni avrebbe sottratto alle case dell’Erario imposte non versate per circa 1 milione e 500 mila euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • In vacanza in Romagna vince 500.000 €: il proprietario del bar la riaccompagna in Brianza

  • Birra, film, concerti e gite nelle grotte: ecco che cosa fare nel weekend a Monza e Brianza

  • Incendio a Brugherio, fiamme devastano un camper: alta colonna di fumo nero

  • Omicidio in Brianza, strangola la moglie a letto e finge caduta: donna muore in ospedale

  • Bollettino coronavirus: un nuovo caso Monza e la Brianza, crescono i ricoveri

  • Pustole e bruciori alla pelle dopo il bagno al lago: come si cura la dermatite del bagnante

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento