Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca

La fede persa (e riconsegnata) e la storia d'amore monzese di Gianni ed Ersilia

L'anello è stato trovato all'ospedale San Gerardo di Monza. Due nomi, una data: da questo sono partiti gli agenti della polizia locale per restituire la fede alla sposa

Cinquantasei anni di matrimonio e una vita insieme. E oggi, grazie all'onestà di un cittadino e all'iniziativa della polizia locale, il simbolo di quell'amore è tornato al dito della sposa. Un ritrovamento curioso e insolito quello preso in carico in questi giorni dall'ufficio di polizia giudiziaria della polizia locale di Monza che si occupa anche di oggetti smarriti.

Una storia carica di amore che ha fatto emozionare il personale e si spero un po' anche - leggendola - la città. 

La fede persa in ospedale e restituita 

Negli uffici del comando di via Marsala mercoledì è stata consegnata una fede nunziale trovata all'ospedale San Gerardo di Monza. Un onesto cittadino si è accorto dell'anello e lo ha consegnato alla polizia locale nella speranza che potesse essere trovato il legittimo proprietario.

"Da Gianni a Ersilia....1965": questa la frase incisa e quasi ormai illeggibile sull'anello, usurato dagli anni. Sulla scorta di queste poche informazioni e nella speranza che chi l'avesse smarrita fosse residente a Monza, la polizia locale si è attivata provando a incrociare i dati presenti nei server dell'anagrafe. E i due nomi - Gianni ed Ersilia - effettivamente comparivano l'uno accanto all'altro: 84 e 83 anni residenti a Monza e sposi dal '65.

Gli agenti hanno contattato la sposa e la coppia si è presentata negli uffici di via Marsala e l'anello, per la seconda volta - è tornato al dito della donna. Sul volto di entrambi un sorriso di emozione, riconoscenza e stupore. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La fede persa (e riconsegnata) e la storia d'amore monzese di Gianni ed Ersilia

MonzaToday è in caricamento