rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca

Rapine con pistola in centro Monza e a Sesto: fermati quattro uomini

Tra la fine del 2021 e l'inizio del 2022 avrebbero compiuto diverse rapine tra Monza e Sesto

Tra dicembre e gennaio avevano seminato il panico tra Monza e il Milanese compiendo sette rapine a mano armata, sequestro di persona e lesioni personali aggravate. Le vittime ragazzi e 50enni che percorrevano a piedi o in auto le vie semi centrali di Monza e la periferia di Sesto San Giovanni.  

Al termine delle indagini gli agenti della squadra mobile della questura di Monza hanno fermato quattro uomini: i presunti responsabili di quegli atti di violenza compiuti tra la fine del 2021 e l'inizio di quest'anno. Si tratta di quattro cittadini di origine nordafricana. Per loro sono scattati i provvedimenti di fermo, a loro carico per i reati ex articoli. 628, 605, 582 e 585. Tre sono stati trasferiti nella casa circondariale di Sanquirico a Monza a disposizione dell'autorità giudiziaria, il quarto indagato invece è stato raggiunto dal provvedimento nel carcere milanese di San Vittore dove era già detenuto per altri motivi. 

Le giovani vittime in centro a Monza

La prima rapina risale a neanche tre settimane fa. Era il 29 dicembre quando a Monza due ragazze in via Durini, a pochi passi dal centro e dalla via della movida, sono state costrette a consegnare le borse, i cellulari e le chiavi della macchina con la quale i malvimenti sono fuggiti. Auto che poco dopo è stata recuperata dagli agenti della Questura di Monza.  Pochi giorni dopo, nella notte di Capodanno, nuova rapina in centro a Monza. Le vittime due ragazzi che stavano percorrendo in auto la centralissima via D'Azeglio. I giovani si sono visti sbarrare la strada da un uomo che aveva simulato un investimento. Non appena i giovani sono scesi per prestare i primi soccorsi un altro uomo è riuscito a salire sulla vettura. Le vittime hanno tentato di fermarlo. Uno dei malviventi ha ferito lievemente uno dei ragazzi con un'arma da taglio, ma poi i ladri si sono dati alla fuga. 

Scoperti grazie a testimonianze e telecamere

La squadra mobile ha avviato immediatamente le indagini per cercare di risalire agli autori delle due rapine e grazie alle testimonianze raccolte e alle immagini delle videocamere sono riusciti a individuare i presunti autori, un gruppo di uomini di origine magrebina, che avrebbero a loro carico anche l'accusa di altre rapine compiute tutte nella nottata di lunedì 10 gennaio.

Cinque rapine in una notte tra Monza e Sesto

La prima è stata messa a segno alle 4.50 presso il distributore di benzina di corso Milano dove un 70enne, mentre stava facendo rifornimento, è stato rapinato. Due uomini armati si sono avvicinati e lo hanno obbligato a consegnare quello che aveva e le chiavi dell'auto. I malviventi, però, non riuscendo a guidare la vettura dotata di cambio automatico hanno obbligato la vittima a mettersi alla guida. L'uomo, grazie a un momento di distrazione dei due, è riuscito a scappare. Anche i rapinatori se la sono data a gambe levate abbandonando l'auto in mezzo alla strada.  Neanche un'ora dopo hanno messo a segno il secondo colpo. In via Silva hanno fermato un uomo che stava uscendo dal parcheggio. Lo hanno minacciato con la pistola, si sono fatti consegnare il portafoglio, il cellulare le chiavi dell'auto e poi sono fuggiti. La terza rapina a Sesto San Giovanni, in via Marelli alle 6.10. I due malviventi giunti a Sesto con l'auto appena rubata si sono incontrati con altri due uomini e hanno fermato una donna di 57 anni che stava uscendo di casa. Dopo averla fatta cadere l'hanno minacciata con la pistola e si sono fatti consegnare le due borse che aveva e risaliti sull'auto rubata sono scappati in direzione Milano. Dopo poco in via Galeno si sono affiancati a una donna di 58 anni che stava camminando da sola e le hanno strappato la catenina che aveva al collo. L'ultimo colpo è stato compiuto poco prima della 7. Dopo aver abbandonato l'auto rubata, in via Rossini a Sesto San Giovanni hanno rapinato un uomo di 55 anni. Si sono fatti consegnare i suoi averi e le chiavi della macchina, poi sono scappati.  La rapida e incisiva attività d’indagine avviata e condotta dalla squadra mobile della questura di Monza e coordinata dalla Procura della Repubblica di Monza ha permesso di risalire in brevissimo tempo ai presunti malviventi. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapine con pistola in centro Monza e a Sesto: fermati quattro uomini

MonzaToday è in caricamento