Festa con musica a tutto volume prima delle nozze: a Cederna arriva la polizia locale

Quando la polizia locale è arrivata in via Mazzucotelli a Monza alcuni ospiti si sono avventati contro gli agenti con insulti e minacce

Immagine di repertorio

Hanno iniziato a festeggiare dalla sera prima, per brindare alle nozze imminenti che sarebbero state celebrate la mattina successiva. Così in via Mazzucotelli, in zona Cederna, a Monza, un centinaio di persone ha invaso una strada, bloccando letteralmente la circolazione. 

Insieme agli invitati, molti dei quali, secondo quanto ricostruito dalla polizia locale, ubriachi e con bicchieri di vino o alcolici in mano, ad animare la serata, venerdì intorno alle 23, c'era anche la musica ad alto volume che arrivava da alcune casse ed era percepibile già a metri di distanza. Non tutti hanno gradito i festeggiamenti e in poco tempo alla polizia locale sono arrivate numerose segnalazioni da parte di residenti e passanti e in via Mazzucotelli è arrivata una pattuglia. 

Quando gli ospiti hanno visto l'auto d'ordinanza non hanno accolto gradevolmente la visita del personale in divisa che ha invitato tutti ad abbassare il volume. Tutti hanno iniziato ad agitarsi, riservando agli agenti oltraggi e minacce. E qualcuno ha anche colpito con pugni e manate l'auto di servizio. Tra tutti si è distinta per il suo comportamento aggressivo una donna di 37 anni, poi identificata come la sorella della sposa, che ora rischia una denuncia per oltraggio a pubblico ufficiale. 

Dopo l'intervento e dopo aver riportato la situazione alla normalità la polizia locale si è allontanata ma poco dopo la musica è tornata a risuonare nel quartiere e alla centrale sono giunte altre segnalazioni. Quando gli agenti sono tornati sul posto, questa volta con quattro pattuglie, i partecipanti si sono dileguati, allontanandosi. 

In merito all'accaduto i protagonisti, dopo aver contattato la nostra redazione, hanno voluto raccontare la propria versione dei fatti, sostenendo di non aver insultato nessuno e di aver solo organizzato un momento di festa dove, precisano, "non c'erano né vini ne alcolici".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Non è vero che c'era la strada bloccata e abbiamo bloccato la circolazione. Nessuno ha aggredito i vigili ma tutti abbiamo solo detto che se li chiami per qualcosa di grave non arrivano invece per le feste sono venute tre pattuglie". "Mia sorella non ha tirato i pugni alla macchina" - ha aggiunto la sposa - "è stata una vigilessa che si è alterata e ha offeso noi meridionali mentre con gli altri vigili abbiamo parlato e scherzato tranquillamente. Non è vero che sono andati via e ritornati una seconda volta. E soprattutto nessuno ha insultato e minacciato le forze dell'ordine". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A Monza apre il "nuovo" Bennet, nell'ex Auchan confermati 100 dipendenti

  • Sono positivo e sintomatico/asintomatico: regole per la quarantena in Lombardia

  • Nasce il Marketplace di Seregno, la risposta dei negozianti seregnesi alle vendite online

  • Lissone, dramma in azienda: 53enne muore schiacciato da rullo compressore

  • Lissone, infortunio sul lavoro in azienda: morto un uomo

  • Coronavirus, focolaio all'ospedale di Carate Brianza: 14 operatori positivi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento