Cronaca

L'uomo che festeggia con la statua rubata come coppa e il 23enne che investe ragazza e scappa

Due denunce durante i controlli post finale della Nazionale a Seregno. L'attento monitoraggio da parte dei militari dell'Arma ha permesso di intervenire in alcune situazioni critiche

Migliaia di persone si sono riversate in strada dopo la vittoria della Nazionale anche a Seregno. E a monitorare lo svolgimento dei festeggiamenti nelle piazze e nelle strade le piazze erano presenti i carabinieri della compagnia cittadina che sono intervenuti in alcune situazioni di criticità. In particolare in piazza Roma nella nottata si è verificato un investimento con il conducente di un'auto che si è allontanato dopo il sinistro ed è stato rintracciato poco dopo. Mentre in zona stadio, qualcuno ha esagerato con l'euforia dei festeggiamenti e un 34enne è stato sorpreso con una statua risultata da un giardino privato e usata come finta coppa della Nazionale. Ed è scattata la denuncia.

Investe ragazza e scappa: positivo all'alcoltest

L'investimento è avvenuto intorno alle due della notte a Seregno, in piazza Roma, Un'auto transitando nel tratto ha urtato una giovane di 22 anni, facendola cadere a terra. Poi il veicolo si è allontanato. La ragazza ha rimediato un trauma cranico ed è stata soccorsa e le sue condizioni fortunatamente non risultano gravi.

Il conducente invece è stato rintracciato pochi minuti dopo dai militari dell'Arma della compagnia di Seregno. Al volante del mezzo c'era un 23enne residente a Carate Brianza che non ha avuto nemmeno il tempo di andare molto lontano. Fermato dai carabinieri in via Milano, è stato denunciato. Dovrà rispondere del reato di omissione di soccorso e guida in stato di ebbrezza. Sottoposto al test dell'etilometro, il 23enne è infatti risultato positivo (0,88 g/l) e per lui è scattato anche il ritiro della patente.

L'uomo con la statua rubata usata come coppa della Nazionale

Sempre nel corso della notte i carabinieri, su segnalazione al 112, sono intervenuti a Seregno in via allo Stadio, dove hanno rintracciato un 34enne, trovato in possesso di una statua da giardino di circa un metro di altezza prelevata da un contesto privato. L’uomo, che stava utilizzando l’oggetto per simulare la coppa vinta dalla Nazionale di calcio, dovrá rispondere del reato di ricettazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'uomo che festeggia con la statua rubata come coppa e il 23enne che investe ragazza e scappa

MonzaToday è in caricamento