Luci e lanterne colorate: un angolo di Cina a Monza

Il Chinese Lantern Festival fino a fine gennaio nel capoluogo brianzolo: lanterne luminose, stand gastronomici, intrattenimento e spettacoli

La Cina abbraccia Monza con le suggestive e avvolgenti atmosfere della sua millenaria cultura, offrendo a grandi e piccini lo spettacolo dell'arte delle lanterne con un Festival nazionale per la prima volta ospitato in Italia.

Dopo l'Inghilterra, la Francia e l'Olanda il Chinese Lantern Festival approda a Monza e l'area dell'ex Fiera, tra viale Sicilia e viale Stucchi, si colora di oriente.

Qui fino a fine gennaio sarà possibile ammirare circa trenta installazioni di lanterne luminose cinesi dipinte a mano e rivestite di seta colorata. In un'area di 25mila metri quadrati si potranno incontrare un drago di 60 metri, panda tra canne di bambu e arcobaleni colorati ed elefanti di porcellana all'ombra di una svettante torre.

Oltre allo spettacolo di luci e colori il Festival si propone anche di far incontrare in un unico luogo due culture diverse attraverso le proprie specialità culinarie grazie a due ristoranti presenti nell'area fiera, uno cinese e uno italiano, e un mercato di prodotti tipici. Nel complesso fieristico è presente anche un teatro dove ogni sera artisti cinesi si esibiranno in spettacoli tradizionali (Guarda il video) e un'area meeting.

L'inaugurazione si è tenuta mercoledì sera alla presenza dell'assessore regionale a Expo Fabrizio Sala, del sindaco di Monza Roberto Scanagatti, dell'assessore alle attività produttive Carlo Abbà, di Giuseppe Zhu, presidente dell'Associazione Cina Italia di Shangai, di Wen Long, direttore del Festival delle Lanterne Cinesi, ed esponenti della Camera di Commercio e di Confartigianato.

"Questo è il più importante indotto che ci lascia Expo: l'insieme delle relazioni  che abbiamo creato e che adesso dobbiamo capitalizzare" ha esordito l'assessore regionale Sala, inaugurando la manifestazione. "E' un grande piacere che dopo Inghilterra, Francia e Olanda  questo Festival apra i battenti a Monza, città legata  a Expo e su cui Regione Lombardia  sta investendo molto".

Lo stesso entusiasmo ha accompagnato anche l'intervento del sindaco della città di Monza, Roberto Scanagatti che ricordando il protocollo d'Intesa sottoscritto la scorsa primavera con la Cina ha dichiarato "Abbiamo finalmente realizzato qualcosa di davvero importante nella nostra città. La cultura è un fattore importante che consente a popoli diversi di poter dialogare tra loro. Noi siamo orgogliosi come città di Monza di ospitare il primo Festival delle Lanterne Cinesi dopo che l'evento è approdato in molte città d'Europa".

In Cina la Festa delle Lanterne corrisponde alla prima sera di luna piena del primo mese lunare e durante questa notte si usa appendere alle case lanterne colorate. Anche Monza fino a fine gennaio sarà illuminata dai colori di queste installazioni che vantano una storia millenaria.

"Spero che questo Festival delle Lanterne dia un ulteriore splendore a questa città che mi piace molto" ha commentato il Direttore del Festival, Weng Long. 

Alla cerimonia del taglio del nastro sul palco è salita anche la Console generale della Repubblica Popolare Cinese Signora Wang Dong che, sullo sfondo delle lanterne accese, ha ufficialmente dato il via alla manifestazione.

IL FESTIVAL - La manifestazione resterà a Monza dal 30 settembre 2015 al 31 gennaio 2016. L’orario di apertura al pubblico del Festival nei giorni infrasettimanali (da lunedì a venerdì compresi) va dalle ore 18 alle 22 mentre sabato, domenica e festivi l'ingresso è possibile dalle ore 16 alle 23. L'ingresso è a pagamento e il prezzo del biglietto è di 14 euro (sono previste riduzioni per bambini, anziani e ingressi scontati famiglia).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • Salute Donna e il San Gerardo piangono la morte di Licia, l'infermiera dal cuore buono

  • A due ore d'auto da Monza, in Valmalenco, un ghiacciaio che ricorda l'Islanda

Torna su
MonzaToday è in caricamento