rotate-mobile
Cronaca

Vedette in scooter e un dogo argentino come guardia: ecco il "fortino" dei fidanzati pusher

Gli agenti della Squadra Mobile hanno arrestato due fidanzati a Cinisello. I dettagli

Sotto quei palazzi ogni faccia nuova non passa inosservata. Gli ingressi ai condomini sono "verificati", controllati a vista. E non è facile mimetizzarsi, "mischiarsi". Eppure i poliziotti sono riusciti ad avvicinarsi quanto più possibile al loro "obiettivo" e hanno così verificato che i loro sospetti erano più che fondati. 

Gli agenti della VI sezione della Squadra mobile di Milano hanno arrestato nei giorni scorsi due fidanzati - trentadue anni e con precedenti lui, ventotto e incensurata lei - accusati di detenzione di sostanze stupefacenti. 

I poliziotti, dopo una serie di verifiche e controlli, giovedì si sono presentati a casa dei due, che vivono al civico 184 di viale Fulvio Testi a Cinisello, in quei palazzi che uno degli investigatori descrive come "famosi tra i residenti e quasi impenetrabili, perché ci sono vedette che girano in motorino e cani da guardia".

Il blitz degli agenti, che sono riusciti a restare anonimi fino al momento dell'intervento, ha dato subito i suoi frutti. In una sorta di magazzino all'ultimo piano, poco lontano dall'appartamento dei due, i poliziotti hanno infatti messo le mani su 350 grammi di cocaina, 150 di hashish e cento di marijuana. A difesa del "tesoro" c'era un dogo argentino di grosse dimensioni, che però è stato calmato e tenuto buono da uno degli agenti, che a casa ha un cane. 

Nelle scorse ore i due fidanzati sono stati giudicati per direttissima: lui è finito in carcere a Monza, mentre la compagna è stata sottoposta all'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vedette in scooter e un dogo argentino come guardia: ecco il "fortino" dei fidanzati pusher

MonzaToday è in caricamento