Milano, va a trovare il papà in ospedale ma trova il letto vuoto: "Suo padre è morto da ieri"

La figlia andava ogni giorno ma al Niguarda avevano dimenticato di avvisarla della morte

Repertorio

Il padre era morto da un giorno ma nessuno dall'ospedale l'aveva avvisata, nonostante lei andasse lì quotidianamente e il suo numero di cellulare fosse in possesso del personale del reparto proprio per le emergenze. Così il 2 ottobre, come di consueto, Laura Tramma, odontoiatra monzese, è andata a trovare il padre, come faceva dal 20 settembre, nel blocco nord reparto di medicina B/1 dell'ospedale Niguarda di Milano.

Alle 12.30 la figlia dell'uomo è entrata nella stanza ma ha trovato il letto del papà vuoto. È stato solo quando ha chiesto informazioni che un infermiere, in grande imbarazzo, le ha comunicato che l'uomo, che aveva 94 anni, era morto il giorno prima, alle 14.45, un'ora e mezza dopo che la figlia era uscita dal reparto. 

Nessuno l'aveva avvisata - è la sua denuncia -, sebbene il numero del suo cellulare fosse stato annotato in reparto, dalla reception infermieristica e dal dirigente medico del reparto stesso.

Le scuse dell'ospedale senza alcuna giustificazione

È quindi venuta a conoscenza della morte del padre solo perché era andata in ospedale a trovarlo, quando erano trascorse quasi 24 ore dalla morte. Il dirigente del reparto, stando alla lettera che l'avvocato della donna ha mandato all'ospedale, ha presentato le proprie scuse senza però fornire alcuna motivazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'avvocato della donna, Roberto d'Achille del foro di Monza, ha annunciato una richiesta di risarcimento danni perché per via del comportamento dei sanitari, la figlia dell'uomo ha subito uno choc emotivo che si è aggiunto allo sgomento per la perdita del padre e affinché queste cose non accadano più.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Con il prof. Riva lezioni in lingua: in classe si parla solo in latino

  • A Monza apre il "nuovo" Bennet, nell'ex Auchan confermati 100 dipendenti

  • Covid, si rischia un nuovo lockdown? "Non ci sono più strumenti per contenere i contagi"

  • Lissone, dramma in azienda: 53enne muore schiacciato da rullo compressore

  • Coronavirus, focolaio all'ospedale di Carate Brianza: 14 operatori positivi

  • Lissone, infortunio sul lavoro in azienda: morto un uomo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento