La passione per il pallone e la partita più difficile: il sorriso di Filippo si è spento

Appassionato di calcio e giocatore dell'Ardor Lazzate Filippo Finocchio non ce l'ha fatta. Aveva solo quindici anni

La foto pubblicata dalla mamma Armida su Facebook per salutare Filippo

Ha combattuto sul campo della vita, affrontando la sua partita più difficile. A soli quindici anni, Filippo Finocchio, è morto a causa di una malattia che in poco tempo ha spento il suo sorriso.

Appassionato di calcio e giocatore promettente che ha mosso i suoi primi passi nell'Ac Meda per poi approdare all'Ardor Lazzate, Filippo purtroppo non ce l'ha fatta e la sua scomparsa ha lasciato un vuoto enorme non solo in famiglia ma in tutta la comunità, a Misinto, e tra i dirigenti e i compagni di squadra. A dare notizia della terribile scomparsa sono stati i genitori, mamma Armida e papà Antonio, carabiniere a Seveso, che hanno voluto scrivere una lettera di ringraziamento rivolta a tutte le persone che sono state loro vicine in questo difficile percorso. 

"A tutti i medici che lo hanno assistito con le amorevoli cure ma soprattutto con l'amore di un figlio; a tutto il personale paramedico che gli ha permesso di affrontare la malattia in un ambiente sereno e gioioso. Filippo si sentiva a casa. A tutti gli amici conosciuti in ospedale che fino alla fine gli sono stati vicino; A tutti i ragazzi che hanno giocato con lui online e tutti i suoi amici più stretti che hanno rallegrato le sue lunghe giornate con la loro presenza; A tutti i suoi professori e compagni della Seconda E ITC Pacle Elsa Morante e della sua ex classe quinta C; A tutta la società " Ardor Lazzate ", a tutti i presenti al meraviglioso saluto dato a Filippo sul suo amato campo di calcio e a tutte le società sportive che si sono unite con il minuto di silenzio nei loro campi. Un ringraziamento per A.C. Meda 1913 dove Filippo ha militato dal 2007 al 2015. Un ringraziamento particolare ai colleghi della stazione Carabinieri di Seveso e della Tenenza di Paderno Dugnano e a tutta l'Arma dei Carabinieri che ci sono stati vicino. Un ringraziamento all'amministrazione comunale di Misinto e Lazzate e alla comunità parrocchiale. Grazie a tutti parenti, amici e colleghi che sono venuti a dare il loro ultimo saluto a Filippo" ha scritto la mamma in un accorato messaggio di ringraziamento.

I funerali si sono svolti sabato nella chiesa parrocchiale di Misinto. In quell'occasione è stato esaudito l'ultimo desiderio di Filippo: tornare per l'ultima volta sul suo campo da calcio. E così una grande folla di parenti, compagni e amici, prima della cerimonia funebre, si è radunata al centro sportivo comunale di Lazzate dove la comunità ha detto addio al piccolo grande campione. 

"L'ultimo ringraziamento va a te Amore perché come dicevi sempre tu: Vivi la tua vita se vuoi essere ricordato. E tu l'hai fatto fino alla fine" ha concluso la mamma nella sua lettera. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • Ospedale di Vimercate "al collasso", NurSind: "Di notte solo 2 infermieri per 53 malati"

  • Dramma ad Agrate Brianza, trovato senza vita in un campo un uomo di 34 anni

  • Salute Donna e il San Gerardo piangono la morte di Licia, l'infermiera dal cuore buono

  • Passa con il rosso e si scontra con un'auto poi la Seat finisce contro muro e prende fuoco

Torna su
MonzaToday è in caricamento