Cronaca

Contrasto all'abuso di alcol e droga: dal Governo arrivano 350mila euro

Li riceverà il Comune di Monza risultato tra i vincitori di un bando

Dal Governo un finanziamento di 350mila euro per contrastare il triste, e più che mai attuale, fenomeno degli incidenti stradali (spesso mortali) causati dal consumo di alcol e droga. Il finanziamento proviene dal “Fondo contro l'incidentalità notturna” istituito nel 2007 dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri. 

I fondi derivano dalla partecipazione al bando promosso dal Dipartimento per le Politiche antidroga e che ha visto Monza partecipare con il progetto #responsabilmentegiovani che si è classificato al secondo posto (ex equo con Cuneo).

Più controlli e navette per il rientro dopo la movida

I fondi serviranno per intensificare i controlli contro la malamovida. Verranno organizzati servizi mirati contro la guida in stato d’ebbrezza e/o sotto l’effetto di sostanze stupefacenti, soprattutto la sera e nei fine settimana. Verrà attivato il servizio di trasporto “Se bevo non guido”: prezzi calmierati per i giovani che, dopo una serata di festa, decideranno  di non mettersi alla guida. Non solo controlli ma anche formazione e prevenzione con incontri con gli educatori professionali sulla prevenzione dell’abuso di alcol e droga. Incontri nelle piazze e nei luoghi dove i giovani si riuniscono. Nel progetto verrà coinvolto anche il Comitato di Monza della Croce Rossa Italiana con una serie di incontri di promozione della cultura della prevenzione, e una campagna di comunicazione social che vedrà il coinvolgimento diretto dei ragazzi che potranno diventare degli influencer per i loro coetanei.

Seminari e corsi per i ragazzi e per le forze dell'ordine

In programma anche seminari, workshop e webinar di formazione per gli operatori delle Forze dell’Ordine, dirigenti di associazioni sportive e associazioni di volontariato, educatori di oratori, centri di aggregazione e docenti di scuole medie inferiori e superiori. Infine è previsto l'allestimento dello spettacolo teatrale "Stupefatto!" tratto dall’omonimo romanzo autobiografico di Enrico Comi, ex tossicodipendente. Lo spettacolo verrà portato in scena in piazza Trento e Trieste, all’Arengario e i Boschetti Reali e, se le condizioni sanitarie lo consentiranno, al Teatro Manzoni.

"Parole d'ordine prevenzione e repressione"

“Prevenzione e repressione sono i due obiettivi di questo progetto - spiega l’assessore Federico Arena -  Far crescere la cultura della sicurezza stradale, limitare l’abuso di alcol, contrastare il consumo di sostanze stupefacenti tra i giovani e potenziare l’attività di controllo su strada delle forze dell’ordine sono la risposta al fenomeno degli incidenti stradali causati dall’assunzione di alcol o droga. Ma non solo. L’assunzione di bevande alcoliche e di sostanze stupefacenti è anche la causa principale dei vandalismi che in queste settimane hanno coinvolto anche le vie della movida a Monza così come accaduto in tutto il Paese. #responsabilmentegiovani è, quindi, una risposta anche al problema della malamovida”.

In aumento il consumo di alcol e droga

Purtroppo i numeri del consumo di alcol e droga a livello nazionale (e Monza e la Brianza non fanno eccezione) sono in continuo aumento. Secondo le statistiche dell’Istat sull’Indagine conoscitiva sulle dipendenze patologiche diffuse tra i giovani aumentano i casi di guida in stato di ebrezza alcolica con una percentuale sugli incidenti che passa dall’1,2% del 2001 al 4% del 2019. Aumentano, invece, da 0,1 a 1,4 quelli legati alla guida sotto l’effetto di droghe. 

Stragi sulle strade brianzole

Anche la cronaca locale degli ultimi giorni conferma la tendenza. In Brianza dall'inizio della settimana ci sono stati tre incidenti stradali (di cui uno mortale) causati dall’abuso di alcol: nella notte del 22 luglio a Biassono un operaio al lavoro in un cantiere stradale è stato travolto da un automobilista risultato positivo all’alcoltest ed è ricoverato in condizioni disperate all’ospedale San Gerardo; nella tarda serata del 20 luglio a Lentate sul Seveso un motociclista di 45 anni è morto in un incidente stradale, anche in quel caso l’autista aveva superato i limiti dell’alcoltest;  il 21 luglio ad Albiate un 62enne con un tasso alcolemico cinque volte superiore al limite ha causato un incidente stradale.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contrasto all'abuso di alcol e droga: dal Governo arrivano 350mila euro

MonzaToday è in caricamento