Domenica, 21 Luglio 2024
Sicurezza

Lotta alla droga e alla criminalità nel Parco delle Groane: 70mila euro dal Pirellone

I fondi serviranno per gli straordinari delle polizie locale impegnate in servizi di controllo del territorio

70mila euro dal Pirellone per pagare gli straordinari agli agenti delle polizie locali dei comuni coinvolti nel progetto, impegnati in attività di contrasto allo spaccio e alla criminalità nel Parco delle Groane. Lo stabilisce l’accordo firmato nella mattinata di martedì 18 luglio al nella sede del Parco delle Groane, a Solaro, dall’assessore alla Sicurezza e Protezione Civile, Romano La Russa. Il documento coinvolge 13 enti: i comuni capofila di Limbiate e Bollate, quelli di Senago, Meda, Bovisio Masciago, Cesano Maderno, Cesate, Ceriano Laghetto, Cogliate, Seveso, Solaro, la provincia di Monza e Brianza e l'ente Parco delle Groane con le rispettive polizie, d'intesa con le prefetture di Milano, Como e Monza Brianza.

"L'accordo Parco delle Groane - ha affermato l'assessore La Russa - che viene riproposto per il terzo anno consecutivo, nasce con l'obiettivo di incrementare la sicurezza di tutta l'area del Parco. Si tratta di un'iniziativa interistituzionale per la quale Regione Lombardia, attraverso il mio assessorato, ha stanziato 70mila euro. Fondi che serviranno a finanziare gli straordinari della polizia locale che effettuerà servizi straordinari e coordinati, soprattutto negli orari serali".

"L'obiettivo - ha proseguito - è il contrasto allo spaccio di stupefacenti all'interno del Parco, in mano a bande di pushe e alla conseguente presenza di tossicodipendenti e sbandati, che troppo spesso si rendono protagonisti di episodi di violenza. Davanti a questi fenomeni criminali, è fondamentale tenere alta la guardia e lavorare per restituire il Parco alle famiglie e a tutti i cittadini che hanno il diritto di poterlo frequentare in totale tranquillità". Il Parco delle Groane è un polmone verde di quasi 8mila ettari, che abbraccia 3 province e 28 comuni. Questo intreccio di boschi e sentieri viene spesso sfruttato dagli spacciatori per nascondersi e sfuggire ai controlli.

"Su un'area così ampia - ha proseguito La Russa - è fondamentale agire con servizi di sicurezza urbana allargati. Per questo, d'intesa con gli enti locali della zona e le prefetture, abbiamo avviato questo progetto, prima in via sperimentale nel periodo agosto - novembre 2021. Poi lo abbiamo replicato da giugno a ottobre 2022 e lo riproponiamo per il 2023 fino a metà dicembre".

"Per questa iniziativa - ha aggiunto - Regione Lombardia ha stanziato in 3 anni complessivamente 220mila euro. Abbiamo ottenuto ottimi risultati: nel 2021 e nel 2022, in soli 9 mesi di attività di extra controlli, grazie a queste somme le polizie locali hanno potuto svolgere ben 7.500 ore di straordinari, che hanno consentito di controllare oltre 4mila persone e 3mila veicoli. I controlli effettuati hanno portato alla denuncia di 45 persone, al ritiro di 54 patenti e all'emissione di oltre 550 verbali per violazioni a vario titolo del codice della strada".

"Confidiamo che questi esiti possano essere confermati e ulteriormente migliorati - ha concluso La Russa - e che il Parco delle Groane torni totalmente fruibile dai cittadini, senza paura di essere aggrediti o rapinati".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lotta alla droga e alla criminalità nel Parco delle Groane: 70mila euro dal Pirellone
MonzaToday è in caricamento