rotate-mobile
Giovedì, 29 Settembre 2022
la storia

I volontari gli pagano il biglietto aereo e il senzatetto firma il contratto di lavoro in Sardegna

Una storia a lieto fine grazie ai volontari brianzoli

"Grazie per avermi aiutato a lavorare in questo bellissimo posto. Vi voglio bene. Buona estate dalla Sardegna". Questo il messaggio che nelle scorse settimane Costantin ha inviato ai volontari dell'associazione monzese Foodforall. Costantin, 44 anni, è nato in Romania. Una presenza fissa il mercoledì sera a Milano, in piazza San Babila, da dove i volontari del sodalizio brianzolo iniziavano la distribuzione di cibo e di vestiti agli utenti. Uomini e donne, italiani e stranieri, senza fissa dimora che vivevano per strada. Tra loro anche Costantin che insieme ad un connazionale si presentava puntuale ogni volta all'appuntamento. 

La storia

"Sempre preciso e gentile - racconta Alberto, uno dei volontari che presta servizio a Milano -. All'apparenza non sembrava neppure un senzatetto. Ci chiedeva cibo e vestiti". Come spesso succede gli utenti si fermavano anche a parlare. "Costantin non ci ha raccontato tanto della sua vita in strada - prosegue Alberto -. Ci ha detto però che era uno chef e che in passato aveva lavorato nei ristoranti, anche come cameriere. E si notava quella sua eleganza nei movimenti e gentilezza nello sguardo e nel linguaggio". Poi a maggio, dopo che Alberto e gli altri volontari gli avevano consegnato il consueto pacchetto alimentare l'uomo, per la prima volta, gli ha chiesto un aiuto diverso. Aveva trovato un'opportunità di lavoro in Sardegna. Da fine maggio a fine settembre un contratto per lavorare in un hotel. Ma non aveva i soldi per pagarsi il biglietto aereo. L'associazione, che non eroga denaro, dopo aver effettuato tutti i controlli sul contratto ha acquistato un biglietto aereo permettendo all'uomo di poter vivere questa esperienza di lavoro. "Siamo molto felici dell'opportunità che, con quel biglietto aereo, siamo riusciti a dare a quel giovane - conclude Alberto -. L'aiuto, infatti, non è solo nel garantire cibo e vestiti. Va ben oltre. È ascoltare le storie e i bisogni di questi uomini e di queste donne che appaiono sempre più spesso invisibili agli occhi della gente. Costantin in questi mesi ha avuto la possibilità, non solo di guadagnare uno stipendio, ma anche di fare nuove esperienze, di conoscere nuove persone e di arricchire il suo curriculum nella speranza che possa trovare una stabilità lavorativa".

L'associazione 

Foodforall è un'associazione di volontariato fondata e diretta dalla monzese Amrita Ceravolo. L'associazione, che collabora con i servizi sociali del comune di Monza, è impegnata anche nell'aiuto delle persone senza fissa dimora con servizi a Monza e a Milano (stazione centrale e vie del centro). L'associazione distribuisce cibo e vestiario. Per chi fosse interessato a diventare volontario, o er contribuire con donazioni è possibile consultare la pagina Facebook dell'associazione. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I volontari gli pagano il biglietto aereo e il senzatetto firma il contratto di lavoro in Sardegna

MonzaToday è in caricamento