"Ruba" uno scatto a un giovane che fruga nel cassone degli abiti usati, gli strappa il cellulare di mano e fugge

Il ventenne non ha gradito lo scatto "rubato". Raggiunto, è stato denunciato per scippo

Non ha apprezzato che qualcuno lo avesse immortalato con una foto mentre rovistava nel cassonetto degli abiti usati. Così, un cittadino marocchino di 20 anni, a Lissone ha strappato di mano il cellulare al 30enne che lo aveva fotografato.

E, poiché lo smartphone era pure all’avanguardia, ha pensato di tenerselo, fuggendo via. Il proprietario del telefonino però non è stato allo scherzo, e si è gettato all’inseguimento. Il ladro è stato abile a infilarsi prima in un ristorante, poi a uscire dal locale e a rifugiarsi nell’auto di un connazionale.

Ma l’italiano «piè veloce» non lo ha mollato un attimo. E alla fine, a raggiungere il nordafricano, sono arrivati pure i carabinieri di Desio, che lo hanno denunciato per scippo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, "Probabile terza ondata in Lombardia": la Regione studia il piano per il vaccino

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • Ucciso a coltellate in strada a San Rocco, morto un uomo di 42 anni a Monza

  • A due ore d'auto da Monza, in Valmalenco, un ghiacciaio che ricorda l'Islanda

Torna su
MonzaToday è in caricamento