rotate-mobile
Lunedì, 26 Settembre 2022
Seregno

I fratelli che rapinano un supermercato (ma arrivano i carabinieri) e finiscono ai domiciliari

L'ultimo colpo era stato in Brianza. Disposto l’aggravamento della misura cautelare dall'obbligo di firma ai domiciliari per due fratelli di 22 e 27 anni

Una lunga serie di precedenti e furti con l'ultima rapina messa a segno ad aprile, ai danni di un supermercato brianzolo. Un colpo finito male, interrotto dall'arrivo dei carabinieri e dall'arresto. E così per due fratelli rapinatori brianzoli era arrivato l'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. Una misura che i due - 22 e 27 anni, residenti a Seregno - hanno violato. E sono scattati gli arresti domiciliari.

Nel pomeriggio di mercoledì 24 agosto infatti i carabinieri del comando della stazione di Seregno hanno dato esecuzione all’aggravamento della misura cautelare dell’obbligo della presentazione alla polizia giudiziaria sostituita con quella degli arresti domiciliari. I militari, infatti, in seguito al mancato rispetto delle prescrizioni loro imposte, ne hanno proposto l’inasprimento, che il Tribunale di sorveglianza ha ritenuto congruo individuare nella misura cautelare degli arresti domiciliari.

I due, con già numerosissimi precedenti alle spalle per svariati reati contro il patrimonio, nello scorso mese di aprile, si erano resi protagonisti di un tentativo di furto sfociato poi in rapina commesso all’interno del supermercato Carrefour di Cesano Maderno. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I fratelli che rapinano un supermercato (ma arrivano i carabinieri) e finiscono ai domiciliari

MonzaToday è in caricamento