Truffa informatica, riesce ad accreditarsi 5mila euro dal conto di un brianzolo

A mettere a segno il giochetto che gli è fruttato soldi facili grazie a una truffa informatica è stato un romeno di 23 anni denunciato dai carabinieri di Bellusco

La truffa informatica ai danni di un uomo di Cornate d'Adda

Ha creato ad hoc una falsa mail a nome di un istituto di credito, uno dei tanti messaggi di posta che intasano le cartelle delle email che di norma si ignorano ma che creano allarmismo quando sono così verosimili da riportare nome e cognome dell'intestatario del conto e nome della banca.

E' stato così che un uomo di 68 anni di Cornate d'Adda è caduto nella trappola di un giovane romeno che, estorcendogli con l'inganno di un falso mittente, dati sensibili è riuscito a impossessarsi di password e username per accedere al servizio di homebanking intestato all'uomo.

In pochi attimi il truffatore è riuscito a trasferirsi sulla sua carta prepagata tramite un bonifico 5mila euro.

A risalire a lui e a far scattare una denuncia per frode informatica sono stati i carabinieri di Bellusco che hanno avviato un indagine e tramite una serie di accertamenti sono risaliti a lui. 

Per incastrarlo è bastato visionare le immagini dei negozi dove pochi giorni dopo il "giochetto" il 23enne romeno aveva utilizzato la carta prepagata.

Si tratta di un ragazzo di 23 anni formalmente residente a Torino con precedenti alle spalle. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • Salute Donna e il San Gerardo piangono la morte di Licia, l'infermiera dal cuore buono

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

Torna su
MonzaToday è in caricamento